Post

Visualizzazione dei post da 2021

un amore eterno.

Immagine
un pranzo in famiglia di quelli che hanno il sapore che non dimentichi. rivedo il mio amico mario e mentre mi stringe la mano, ad alta voce in mezzo alla via lo saluto cosi: Ti voglio bene amico mio." Mamma , mi manda un messaggio...  è una gioia vederti... e la serenità che ti porti dietro. Esistono emozioni che ti porterai sempre nel cuore. Le riconosci subito. Sai che ci farai affidamento sfogliando i ricordi, nell'album di famiglia. quei canti di gioia, quella sensazione di unicità. La bandiera che sventola libera, l'inno che mi fa lacrimare gli occhi.. e pochi scalini sopra, il sorriso di mio fratello che mi guarda e splende come un ventenne.  Le luci al tramonto su  Ponte Milvio, gli applausi della curva, le braccia al cielo a prendersi tutto il mondo in un solo momento. Come la puoi spiegare la gioia?  forse solo il bambino la può descrivere. due colori portati sul polpaccio e poi ritrovati sul collo e tra le mnai di 50 mila anime calde e cariche di sogni. sali gli

Il canto delle meraviglie

Immagine
 Una gita fotografica con persone appena conosciute, nei dintorni di Roma zona Ostiense, tra mercati abbandonati, palazzi diroccati, murales e architettura industriale.  Accompagnati da un sole primaverile, camminiamo tra i vicoli silenti e le vie abbandonate, incrociamo la signore ai balconi stendere lenzuola sopra le crepe dei palazzi. Dal blu delle stoffe a quello del cielo e delle giganti scritte sui murales.  Arte e degrado, modernità dei ponti e antico abbandono.  Ci affacciamo sul ponte crollato recentemente, poi proseguiamo in una dolce e rilassante camminata, tra gente in bici e famiglie a piedi, in una spensierata domenica di novembre. I mercati generali non sono più stati valorizzati, nonostante centinaia di progetti mai andati in porto.  Fa strano camminare e vedere tanta bellezza disegnata sui muri che circondano il Gazometro e rendono poetico e affascinante questo mondo nascosto, autentico e popolare, lasciato al proprio destino dall' indifferenza. Finiamo il tragitto