Love.

In questo mio momento di estrema libertà, di assenza di scadenze, di sveglie, di fretta e di corse, ho tutto il tempo del mondo per prendere la vita nella mia mano e  guardarla da ogni angolazione. Sto sfruttando questa libertà per non fare niente, camminare, scegliere un prato e sdraiarmi, scegliere un brano e ascoltarlo cento volte, ascoltare il vento, il sole, il mio respiro. Me ne vado al cinema, a mostre di forografia, ai musei, nelle ville, nelle chiese, in centro, tra i vicoli o quadri i palazzi antichi e le opere d'arte, le bellezze architettoniche e il silenzio, la tranquillità sempre sognata,la pace della solitudine mi veste e mi nutre. Esco a fare foto, ho tempo per andare in bici, meditare all'alba e al tramonto, fare yoga, jogging, camminate senza mèta, senza tempo e nessuna fretta. Tutto questo è un meraviglioso sogno che mi vivo grato e sereno. In questo spazio i pensieri sfiorano la beatitudine. Tra un pensiero e l'altro osservo dove sto andando; ho iniziato un corso per diventare insegnante yoga ma la vita di tutti i giorni è lontana da quella lezione, il mondo è in una fase delicata e io questo enorme disagio lo sento addosso. Penso che sia dovere di ogni uomo di cuore svolgere il proprio lavoro pensando al bene del prossimo. Per questo voglio migliorare le mie capacità per poterle mettere a disposizione degli altri e recare beneficio ai loro cuori. Ma poi, mi accorgo che lo spazio intorno é privo di questa ricerca. Sento che devo arrivare in profondità di ogni questione spremere ogni residuo di dubbio e poi servirla al mondo. Camminando per il mondo, seguendo i boschi e gli alberi, seguendo il cuore. Un anima colma di silenzio è come una donna che ha appena partorito: nel cuore ha così tanto amore da donare che quasi non riesce a contenerlo. Nel più profondo silenzio, tra i simili, per gioire nel dono e nella ricerca, nell'incontro con la semplicità di una vita essenziale, senza niente, piena di amore. Se penso alla parola Amore ho davanti a me due occhi da orientale, un sorriso che accende i riflettori del mondo, e la mano che stringe il cuore di ogni cosa. So di aver lasciato scorrere dietro di me un corso di acqua ancora così pura che ne sento il fiato, so di aver conosciuto cosa si porta dietro, con sé, una storia di amore. Si porta dietro la tua vita e da quel momento improvviso in cui ti sei innamorato nulla é mai più lo stesso. Una volta capito il pericoloso segreto del vero amore non puoi più rinunciarci. Quel fondo del tunnel, quella luce, quella spiegazione del tutto, quella profonda estasi, il sorriso che non parla, l'emozione che non si spiega, l'urlo folle, di una corsa, una lite, un bacio, un orgasmo, quel sempre va via e resta e ti lascia le risposte che cercavi da quando sei piccolo: l'amore una volta entrato nel cuore basta. Ti basta, basta a vivere e basta per essere felice per sempre. E lo sei anche quando un improvviso treno passa a dividere due corpi di un solo binario, uniti da due mani, camminando sul filo, come a dire che anche se si cade, si resta insieme.

Forse è per questo che sento dentro me, nel mio profondo cuore, il senso di una ricerca che continua a vivere e ha voglia di camminare nel mondo, nel mondo in cui so riconoscere parti di quel cuore, un solo cuore, come il mondo, come le persone di ogni dove, divise da nazioni, perché hanno dimenticato di essere una sola famiglia. Voglio andare per il mondo a dire questo, che siamo collegati tutti, e che dovremmo continuare a vivere con la stessa felicità di quando ci innamoriamo, ogni giorno. Con quel coraggio, quell'intensità, quel senso di bellezza, quella gratitudine e quella passione. Quando sei innamorato tutto è bello, tutto è parte del sogno, sei in un film, balleresti fino all'alba e faresti l'amore anche quando sei in ufficio. Molti viaggiatori si riconoscono oggi, donano un divano gratuitamente con couchsurfing, vitto e alloggio in cambio di un aiuto, si ritrovano sotto le stelle di un ecovillaggio, fanno volontariato con bambini o animali, case famiglie o carceri, fattorie o disabili, ovunque nel mondo c'è una comunità che cammina viaggia si incontra si ferma si aiuta si scambia, ci si ama.

Non penso ci si debba isolare dalla società e stare tra pochi simili, penso si l possa diffondere un messaggio di amore e pace attraverso l'esempio e la condivisione. Una vita tranquilla porta benessere nella società, una vita stressata porta beneficio solo a chi ci controlla.

Quello che possiamo fare, in ogni nostra scelta, è pensare all' amore.

A quello che ci ha fatto sentire alle stelle, che ci ha fatto sorridere al risveglio, quando allungando la mano sul cuscino sentivamo l'altra.

In quella mano che si intrecciava in un perfetto incastro con la tua trovavi la risposta ad ogni perché, la fine di ogni ricerca.

in quell' istante hai sentito il cuore sussurrarti .. "a me basta cosi. Ora posso dormire in pace. "


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.