La dolce vita.

Prendi e vai.


Un piccolo assaggio di vita che passa tra le labbra e arriva al cuore.



Tra le vie di Roma, in pieno agosto, sotto il sole  cocente, tra i sorrisi della gente, i colori dei palazzi, i murales sotto le finestre. 



Passi sfiorando le fontane, guardi il Pantheon e gli Angeli sotto il castello, Roma deserta ti guarda incerta, non piu abituata a specchiarsi dal Tevere.


Attraverso il rione monti a piedi, prendo un caffè davanti la chiesa del bambin Gesù, salgo le scale, guardo i sampietrini e i sorrisi sui motorini.. dietro la luce del Mosè di michelangelo, passano grandi zaini dei turisti e dei viaggiatori, "la storia non è la memoria, ma la parola.. "



Mi addentro nei vicoli del rione Monti, salgo scalinate e osservo le mura intorno, le finestre e i balconi senza nessuno dentro, "Roma era vuota".



Costeggio l'angelicum, entro ed osservo i suoi angoli barocchi, scendo verso il palazzo del Grillo, siedo insieme a gruppi sudamericani ad osservare il cuore dei fori, la luce dei mercati voluti da Traiano splende insieme al sole che acceca giapponesi sorridenti.





Proseguo verso campo de'fiori, mi fermo nella mia chiesa preferita, resto ad ammirare la cupola di Sant'Andrea della Valle, e mi innamora il silenzio.



Entro a via del governo vecchio, la gente si ferma ai tavoli per un buon vino, mentre Pasquino sorride al potere indifferente. La luce da queste parti é una fortuna per gli occhi, mi sembra di camminare in un borgo antico avvolto dalla bellezza. 

Arrivo a via dei coronari, proprio davanti al teatro dove recitava petrolini e renato rascel mi fermo a gustarmi un gelato.

Proseguo verso il ponte, gli Angeli guardano il mondo correre a fotografarsi senza guardarsi dentro.





  Il Tevere appoggia lo sguardo sul giallo dei palazzi, una ragazza con una dolcissima voce coccola il viaggio verso via della conciliazione e già solo il nome della strada mi trasmette pace. 



La via che porta a San Pietro è abitata da sampietrini, il resto è un silenzio che fa pensare al paradiso, roma muta, una magia a parte, un angolo del mondo che nessuno può dimenticarsi di aver visto.



Roma ad agosto, la vivo passeggiando tra i giardini e le panchine di Castel Sant'Angelo, tra i tavolini di piazza del fico, tra i sorrisi della cameriera, il sapore del vino soave, e i signori che giocano a carte. 



Questa magia, tra le vie e le osterie, in una Roma che sembra degli anni 60, è la vera vacanza romana, quella girata in vespa verso il mare, quella dei tramonti sugli scalini, quella dei ricordi e degli amori storti.



Una giornata iniziata specchiandomi nel laghetto dell'eur, vissuta camminando solo tra i quartieri, finita al parco sotto casa, tra labbra che si incontrano e cuori che tremano, sotto le stelle della Caffarella, nel parco dell'antica Appia, la voce di roma arriva ovunque, è un grido di speranza per ogni innamorato.



Se guardo a tutto ciò che ho avuto e vissuto non posso che sentirmi grato: i posti visti, le bellezze che mi hanno incantato, le persone incontrate, le donne che ho amato, l'amore che ho ricevuto, la famiglia e gli amici, i viaggi e le scoperte, i libri e i maestri lungo la strada, le emozioni improvvise, le sorprese continue..  le esperienze le risate e le infinite possibilità.. la libertà di scegliere, il gusto di osservare e di lasciarmi divertire da tutto.



 Come potrei ancora chiedere alla vita? L'unica cosa che oggi sento di volere è quella di dare. Continuamente, fino al mio ultimo secondo in questo mondo.



Roma, in questi giorni senza gente, senza macchine e senza niente, Roma che soffia col suo vento, dentro un concerto o un cinema all'aperto. Roma d'agosto, quella di chi resta, di chi va a ostia, di chi ama la brezza, del Gianicolo col binocolo, la poesia de na volta.



Coppie si baciano e sorridono davanti ad un bicchiere di vino.. il sole cala la luce sopra le spalle abbronzate..

Sembra che ad ogni finestra aperta la felicità sveli tutti i suoi segreti.. la vita si mostra, la bellezza resta.



" fiori cresciuti in mezzo ai sampietrini.. "






Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.