Va dove ti porta il cuore.

 appena una porta si apre il mondo siede al tuo fianco, e ti entra dentro come in un abbraccio.


ho aperto le ali sul mondo, mi sono arreso completamente all'amore che mi scorre dentro e che vedo in tutte le cose.


tutto cio che vediamo è un riflesso di cio che siamo.


quando ascoltavo queste frasi le vedevo sempre cosi lontane... ma era solo una percezione della mente... non vedevo le cose con il cuore.



ho guardato la mia vita... mi sono messo in un angolo a guardarla.


ho visto tutti i muri cadere davanti alla potenza del cuore.


gli occhi si prendono tutti i colori del mondo ed escono fuori a colorare le cose con una scia che proviene dal cuore.


tuto cambia, tutto si apre... quello che eri non c'è piu, non ci sei piu.


c'è solo il cuore. 


e il cuore ti porta dai tuoi amici,da tua madre, in giro per il mondo, abbracci uno sconosciuto, regali coperte sorrisi abbracci soldi, cibo e allegria. 


Il cuore ti porta dal tuo amore.


ti ricordi di chi è importante, di cosa conta, conta er core.


Una gita con i miei, abbracciato con mio padre.. che ride alla signora che si faccia da un piccolo borgo incantato. 


Regalo una piccola vacanza a mio fratello... che la aspettava da anni, ma non chiedeva mai niente, come se per lui non fosse mai possibile chiedere di piu.


Ci facciamo 3 giorni, uno dentro l'altro.. che resteranno per sempre i piu emozionanti della nostra vita di fratelli insieme a quel viaggio a parigi, e a  quella sua visita in belgio. 


ci siamo raccontati come mai, aprendoci a ventaglio, guardando la vita coi suoi occhi..


un viaggio finito in metro, e prima di abbracciarsi.. gli ho semplicemente detto : è stato un onore, Brother!


organizzo una cena con gli amici storici, il vecchio gruppo, il primo, quello delle prime uscite sotto casa.


Una giornata nel quartiere dove siamo cresciuti, aperitivo e pizza.. scambiando allegria e un caldo conforto che ci lega da 40 anni.


porto papà all'orto botanico, che non aveva mai visto.


camminiamo insieme, guardiamo la natura della nostra città, papà mette una mano sulla mia spalla,  ed io mi sento in cima al mondo.


faccio un giro con la mia canon, perdo ogni senso del tempo lasciando lo sguardo nelle meraviglie delle piazze  e delle chiese.


mi fermo in uno dei vicoli dietro largo argentina, un ragazzo mi ferma e scrive su un foglio: TErmini?


lo guardo, rispondo.. ma capisco che non può parlare.


Cammina da 3 mesi, a piedi e senza soldi, ha un sorriso che illumina le strade.. lo accompagno.. e durante il percorso lo invito per un caffè a via delle botteghe oscure. La ragazza del bar, brasiliana ci accoglie con la sua simpatia, lui non fa che ridere.. senza poter parlare. 


Ha scelto il silenzio, come forma di amore.. e di linguaggio.


Ci lasciamo ... come se avessimo viaggiato un mese insieme. 


Ci stringiamo in un forte abbraccio.. mi lascia la sua energia e una lettera. io gli lascio il mio stupore e tutto quello che avevo in tasca. 


 vado a trovare il mio cristian...  prima di arrivare mi fermo ad orte, dove non sono mai stato.


camminare tra i vicoli, parlare con la signora del forno, sedermi in piazza coi signori che leggono il giornale, respirare la semplicita di un luogo antico perfettamente intatto...e fare di una pausa improvvisata e non pensata, uno scorcio di gioia.


neanche la pandemia e le restrizioni riescono a fermare il mio mai assetato  sguardo verso l'altro, verso il mondo, quello piu nascosto, quello meno ascoltato e meno vissuto.


mi perdo, e mentre mi perso i sento incredibilmente vivo. unito a tutto il resto, parte integrante.


a falconara, nell'attesa di un ennesimo treno mi vado a sdraiare in spiaggia, seduto sotto il cielo delle marche.


Arrivato a Marotta, cristian è li, col sorriso di chi aspettava da anni questo incontro.


un abbraccio sentito fino al cuore... lui mi fa: ho i brividi, brother.


andiamo a casa, e tuto sembra essersi fermato.


mi prepara un pranzo indiano, parliamo senza sosta... con una sintonia che nella vita capita raramente.


due anime cosi affini che parlano anche in silenzio, con la sola voce del cuore.


usciamo col caffè in giardino, restiamo tutto il giorno cosi.


" il tempo con te vola, non sai che gioia mi hai dato."


a cena , per il suo compleanno andiamo a sentire la sua ragazza, chitarrista bravissima, che suona in un gruppo che fa le cover di Vasco. 


Viene incontro, mi abbraccia: " ti volevo conoscere  da tempo, mi parla sempre di te, volevo vedere quei due occhioni."


La serata al concerto è un tornare a vivere, a respirare musica in condivisione, allegria.


Vasco mi porta sempre dentro un cuore...  e da li  dentro, si sente battere tutto l'amore del mondo.


le canzoni mi sono rimaste in testa per giorni..  come compagne di viaggio.


Una serata emozionante. Al fianco del mio amico, nel suo compleanno, con gli amici, la ragazza..e la musica di Vasco.


Il giorno dopo facciamo colazione in centro, poi cristian mi accompagna a rimini. La sua ragazza, al telefono ci tiene a salutarmi : " vieni piu spesso, la tua positività a lui fa bene, non l'ho mai visto cosi."


A rimini vado a trovare una mia amica, operatrice olistica conosciuta tanti anni fa. 


Mi fa un trattamento ayurvedico che aspettavo da anni, lo Shirodara.

Non ci vedevamo da anni, ma ha mantenuto intatta la sua dolcezza:  " ciao anima bella, ricordati, tu sei il mio Guru."


Sento il mio amico Stefano, di San Marino, che pero non riesco a vedere, ma la telefonata è di quelle che scaldano il cuore... " vederti cosi oggi.. che ti godi la vita a cuore aperto.. permettimi di dirti che un ho partecipato in parte a questo tuo sbocciare . Ma solo un pò, il grosso lo hai fatto tu."


in realtà, lui è stato uno dei miei primi maestri a cui sarò sempre grato.


Pranzo vegano a rimini delizioso, giro in centro col monopattino.. e poi treno per ravenna.


Mi godo una giornata con me stesso, in una città che mi ha lasciato bellissimi ricordi.


Me la giro tutta a piedi, meravigliato da ogni angolo, da ogni sguardo, da ogni colore.



ti svegli con una gioia che non riesci a contenere.

canti davanti alle colonne di una chiesa, incantato dal barocco di un altare, dall'incenso che raccoglie le persone in preghiera.


meriti del mondo ogni sua bellezza ...


e mentre sei davanti alla meraviglia,   un ragazzo viene ai tuoi occhi come un santo che calma il mondo.










































































































































































aspetti alla finestra un viso che non c'è piu.

lo cerchi dal balcone,  nelle strade, negli occhi dei passanti, tra le nuvole, in fondo ad un tramonto. 

cerchi un volto che ti ricordi il suo sorriso.

cerchi una voce che abbia il suono della sua voce.

corri al parco per cercare i suoi passi, cerchi nel ricordo di possedere per sempre il suo sguardo.

come se fosse li ad aspettare un tuo bacio, un tuo abbraccio.

Attendi, con le mani in tasca, l'inizio di una nuova canzone, di un giorno senza nuvole, di una luce nuova posata sulle labbra.

cammini lento in una danza dolce che tiene le mani sui fianchi del mondo.


esiste un emozione che scalda come una coperta e dona sollievo come la pace.

è come un angelo che cade sul cuore. Si chiama  Amore.


salta di gioia l'amore.


non si può spiegare.






Ci stiamo abituando a vivere divisi, distanti, l'uno contro l'altro.. ma la nostra reale natura è quella di essere l'uno DENTRO l'altro.
l'essere umano non solo è unico, meraviglioso e infinito.. l'essere umano è DIVINO!
prova a chiedere a Dio: hai paura del dolore? di stare male, hai paura di morire?
la risposta sarebbe sempre la stessa: un gigantesco sorriso rilassato, e niente più.
alla fine ci resta una sola verità: siamo tutti UNO!! ( nonostante il TG1!!)
se ogni giorno ricordi a te stesso che tu sei Dio.. che sei milioni di vite una dentro l'altra, non potranno mai prenderti, non potranno mai fregarti.
E allora non sarai più contento se ti succede qualcosa di straordinario..
sarai contento, punto.
del sole e della pioggia, della morte e della vita, della notte e del giorno, del bianco e del nero.
perché ogni cosa è in te e tu sei in ogni cosa.
se ad un bambino insegni a non fidarsi dell'altro non lo stai proteggendo.
lo stai portando a credere a non avere fiducia nella vita.
nell'amore.
l'amore è l'unica cosa che ci protegge,il nostro unico salvagente.
se ad un bambino chiedi: preferisci chi urla o chi sorride? lui risponderà sempre: io sto dalla parte di chi ride, di chi è sereno e si diverte.
invece noi ci siamo abituati che tutto ciò che ci spaventa, che urla e ci preoccupa.. è nutrimento.
e non possiamo più farne a meno.
e così tutto ciò che è leggero, sereno.. ogni pensiero che porta la persona a vivere insieme, senza divisioni nè muri.. è considerato utopia.
abbiamo dimenticato che siamo fatti per stare uniti e ci siamo convinti che la nostra natura è violenta e che gli umani sono destinati a stare divisi e continuamente arrabbiati.
anche il solo cambiamento di un'idea ci spaventa, figuriamoci della vita intera.
è arrivato il tempo di farci una una bella risata!!! una bella doccia fresca per ripulirsi dai pensieri negativi; accendere della buona musica, attingere a delle letture e ad esperienze positive, scaldarci il cuore di buone compagnie e parole gentili.
sprecare le giornate urlando contro non è che il primo passo verso la malattia.
se andiamo incontro l'altro.. e ad uno schiaffo in pieno volto rispondiamo con una carezza sul cuore.. siamo salvando non solo noi stessi ma l'intero pianeta.
la vera guarigione è il ritorno al cuore.
amare ogni cosa che ci respira intorno.. che sia uomo pianta sasso vento albero animale, è la cura che riporta in vita una terra avvelenata.
l'uomo non ha bisogno di altro che di essere amato.
ripulisci i tuoi pensieri, cambia lo sguardo sul mondo e sarai il migliore ambientalista mai esistito.
cambia i tuoi pensieri e cambierai il mondo.
smetti di fare ciò che non ti fa stare bene.
adesso.
apprezza le cose che hai davanti gli occhi.
tu sei me e Io sono te.
chissà se un giorno ci tornerà la memoria.
chissà se un giorno ci ricorderemo cosa siamo venuti a fare qui.
chissà se un giorno torneremo a guardarci come fratelli.
a volerci bene.
BENE. la parola più bella del mondo!!
anche questa, dimenticata.
eppure Ricordo vuol dire proprio questo:
RITORNO AL CUORE.








Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.