Avere talento.

Avere talento spesso ci mette nella posizione di confrontarsi e sentirsi inadeguati davanti a chi diventa famoso o di successo. La società ci mostra continuamente chi fa i soldi o chi raggiunge posizioni di rilievo. Ma non mette mai tutti sulla stessa posizione, come se non fosse per tutti quella strada, non ti indica mai quale siano i valori e le guide da seguire per sentitsi realizzato. Quello che ho capito lungo il mio percorso è che non serve arrivare da nessuna parte, ne confrontarsi con nessuno. Serve solo ed esclusivamente aprire il cuore. Come in un'operazione chirurgica, mettere le pinze dentro le parti doloranti e togliere con un colpo tutto il dolore di una vita. Questo è il più grande talento che occorre nella vita. E per farlo ha bisogno di un solo bisturi: il coraggio. Una volta messo a posto il cuore la vita prende una nuova faccia e anche il più ricco e famoso del mondo non potrebbe non restarne colpito. Ognuno ha dentro sé un talento, un dono, un modo di fare che salva altre vite umane, di cui gli altri hanno bisogno. Saper far ridere, saper aiutare, saper parlare, saper cucinare, saper disegnare, saper scrivere, cantare, ballare, correre, vivere. Qualsiasi sia la tua più grande qualità va a conoscerla davvvero nel profondo di te, esplorala fino in fondo e poi trasmettila al mondo, lasciando che sia il cuore a tirarla fuori, in maniera naturale, senza aspettative, na con la sola missione di fare del bene. Questo vuol dire avere talento. Vedo cantanti tristi, attori soli, politici infelici, scrittori depressi, se non trovi il tesoro di una vita intera, se non scopri il mistero per cui siamo giunti qui, non sarai mai ricco, non sarai mai di successo. Che senso ha conoscere i libri se non conosci te stesso, conoscere la matematica e non conoscere la vita, conoscere manuali di marketing e poi non sapersi relazionare col prossimo. C'è solo una via per essere talentuosi e di successo: conoscersi, esplorarsi, ascoltare il talento dentro di sé, nel fondo del cuore. Una vita di successo è una vita spesa a dimostrare il proprio meglio al servizio del mondo.

un cuore pieno di amore e di gioia ti da la possibilità preziosa di regalare tutto il tuo dono al mondo. Che sia canto, arte, scrittura, poesia.. qualcosa che unisca  realtà a fantasia.. sogno a vita vera, ideali antichi e romantici sposati ai giorni nostri, una sola giornata in cui ci sia la pioggia e il sole. Aspettare è come sedersi al fiume e guardare quanto sia luminosa e vasta la natura, la luna una vera fortuna. È un momento poetico l'attesa, Se vissuta con serena calma. Non può esserci amicizia dove passa l'amore. Non può una mamma rifiutarsi di mettere al mondo un figlio. L'amore ha le sue leggi. Come l'universo. E l'universo canta, vibra ogni persona, ogni rumore è un suono dell'esistenza, ogni sospiro è un canto lontano, ogni respiro si fonde col vento, tutto torna, tutto è sentimento. Ogni cosa che tace, vibra. Ogni cosa che urla, chiede disperatamente pace. Riccioli d'oro passano lenti davanti ai giardini di una via alberata, vedo cascate e immagino tempi di vite passate. Non c'é violenza se non nel giudizio. Non c'é amore se hai aspettative e provi rancore. Perdonarsi è incamminarsi. La via splende e la vita sorprende, alla luce di un sorriso, di una voce dolce che ti apre la porta del suo paradiso. Hai mai visto davvero quanto sia bella la vita? Hai mai assaporato il sapore della felicità una volta scoperto dentro te l'amore? Inizi a sentire l'infinito sapere dentro un abbraccio che non dimenticherai mai, nel ricevere un bacio non smetterei mai di esserne grato. Sentire davvero un abbraccio è un esperienza che ti cambia la vita. Perché unisce i tuoi limiti con quelli dell' altro e li cancella in un solo attimo con un semplice gesto che sa di Eterno. Sentire le parole di chi vuole parlarti e permetterle di avere tempo. Lasciare spazio alla sua anima per far passare quello che dice. Questa è compassione. Aiutare chi incontri a sentirsi meglio, a godersi l'uscita della paura dalla propria vita. Io e il mio amico Adriano siamo saliti  un pomeriggio  sopra ad un vecchio rudere del parco della caffarella, abbiamo scoperto il nostro quartiere dall'alto e abbiamo conversato di quanto sia cambiato, di quanto sia raro oggi trovare verde in città. Lo spettacolo sulle catacombe romane circondate da distese di prati è pura bellezza paesaggistica. Quando scendiamo adriano mi fa: sono salito ma non ti ho detto una cosa: soffro di vertigini. Li ho capito che aveva superato per sempre la paura di oltrepassare un limite, un ostacolo al coraggio di cambiare ora era stato scavalcato dal suo cammino verso la verità. Ogni volta che penso al dolore del mondo una parte di me piange, perché sente che sarà difficile portare pace in ogni cuore. Poi però mi porta sollievo il pensiero di non avere fretta nel sentiero che dobbiamo percorrere. Occorre sentirsi responsabili per poter essere d'aiuto.
La nostra vita è un lungo viaggio..
Alla ricerca del perdono per un amore perduto.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.