Libero nel Cuore.

Dopo una giornata di yoga intenso, finisco disteso sul letto, in pace col mondo. 

Sto facendo un corso di scrittura creativa, e il mondo che si respira nel gruppo è l'aria di casa, sentirmi capito senza dire niente, sono tra persone con la stessa passione che da quando ho 3 anni mi smuove e illumina il cuore.


Ogni mio risveglio è una presa di coscienza che si rinnova di un amore che cresce sempre di piu. 

 saluto la signora del balcone accanto, un buongiorno avvolto nella tenerezza, lei mi sorride mentre annaffia le piante. sono le 7 del mattino, l'aria fresca sul viso è un massaggio per il cuore.

accarezzo il simpatico labrador del ragazzo che mi abita di fronte.

sorrido nel pieno delle energie e dell'amore di vivere.

al bar dell'eur, chiacchiero con Ale, siamo in sintonia su tutto, anche sul caffè che mi serve sorridendo.

il sole in terrazza, le conversazioni in ufficio con Massimo che mi arricchiscono sempre, la passeggiata al laghetto con vale  e antonio.   

mi piace tanto questa vita tranquilla e serena, ho sempre sognato di vivere questo me,  questa beatitudine costante e sempre piu intensa, profonda, vera. 

mi sveglio in pace,  rilassato, poggio il sorriso sul cuscino e ad ogni lato che volgo lo sguardo trovo un motivo per dire grazie alla bellezza.


Sboccia la primavera.


Nei parchi, nel cielo, nei visi e nei cuori, sboccia il risveglio, la rinascita della vita.

in questo trionfo di odori e colori, respiro la pace, la fresca gentilezza della natura che soffia sulla pelle aria di rinnovamento.  

Vado a fare due passi al laghetto dell'eur.

sono sulla panchina a godermi un fantastico sole, e mentre sono immerso nella lettura si avvicina un ragazzo e mi chiede : possiamo fare un intervista sulla libertà?"

sono una decina di giovani studenti, stanno facendo un progetto per la scuola e nessuno ha concesso loro qualche minuto di attenzione. 

Uno mi riprende con il telefono e l'altro mi intervista.

Mi chiedono se mi sento libero e cosa è per me la libertà.

" Allora per me  la liberta è poter esprimere il proprio pensiero e il proprio modo di essere, tollerare gli altri, rispettare qualsiasi diversità, che sia di religione razza o di opinione.

Ad un livello più profondo, le vera liberà secondo me è  interiore. Se tu sei libero dentro, lo sei sempre, anche dentro una prigione. "

I ragazzi si guardano, restano un attimo sorpresi e fanno un cenno di approvazione.

" per quanto riguarda la società stiamo vivendo il periodo piu buio della storia. _In questi ultimi anni hanno tolto qualsiasi liberta di espressione e soprattutto a voi, hanno tolto liberta di studio, sport, movimento, relazione con gli altri. "

Il ragazzo mi incalza: " cosa ne pensi del fatto che stiamo tanto tempo sui social e non viviamo le nostre vite ? 

" voi avete una grande fortuna rispetto a noi, potete accedere a tutto e arrivare velocemente  ad un pubblico ampio. Le informazioni sono tutte alla vostra portata ma dovete fare attenzione ai social perche spesso sono strumenti di censura e non di libertà. Se passate troppo tempo li dentro finite per credere che sia tutto in quello schermo e vi perdete una giornata come questa, all'aperto in mezzo alla gente, sotto il sole. Vi perdete la vita. 

Quello è un mezzo, non è la vita reale. " 


I ragazzi sorridono, mi ringraziano piu volte per aver concesso  l'intervista e mi salutano.

Mi vedo con la mia amica Michela, camminiamo intorno al lago e ci godiamo questa atmosfera serena.

Una passeggiata dolce  e rilassata, tra alberi in fiore, bambini che corrono, fontane e barche, giocolieri e artisti.

 

Ci fermiamo per un arancino con pomodori e peperoncino, frittelle di ceci e una birra siciliana.

Scherziamo con la ragazza del bancone ripromettendoci di tornarci. 

L'aria è tranquilla, dolce. Mi sento beato nel gustare questi momenti di serenità.

Cosi come quelli vissuti a cena coi miei. 

O tornando con gli amici del calcio al campo dove siamo cresciuti per giocare  a padel e poi andare  a cena nel quartiere.

Il Derby vissuto con Andrea,  il figlio e Mio fratello, che mi regala anche la sciarpa del Club Testaccio.

Cosi come la piacevole chiacchierata di film ristoranti e relazioni con Jessica, l'estetista sotto casa.

l'amica mi fa" ma come si fa a sconfiggere la noia della routine, dopo tanti anni di coppia?- 

" la sfida è saper trovare la bellezza in quella semplice abitudine di tornare la sera a casa e stare con tua moglie. E fare di quella piccola cosa che diamo per scontato, una grande gioia. "

Con michela arriviamo a garbatella per fermarci alla Latteria, per un aperitivo.

La cornice è cosi bella che sembra di gustarsi una mostra. 

Humus di ceci e crocchette di patate dolci con mayo veg. Birra del Borgo.

Concludiamo la giornata sdraiati su comode poltrone davanti a Favino e Miriam Leone che ci fanno ridere e anche commuovere.


Domenica vado come ogni mese al corso di Risveglio in zona San Lorenzo.

Appena arrivo mi salutano tutti come uno di casa, i miei occhi si illuminano ad ogni abbraccio. 

Salvatore, Edoardo, Anna, Daniele, Roberto, Valeria e tutti gli altri... i loro volti sono ossigeno per l'aria.

Appena vedo Anna le porto il Libro che ha scritto e che ho comprato, le chiedo una dedica speciale con due semplici domande che la colpiscono molto. Poi le parlo della storia d'amore che lei ha raccontato, dei posti a trastevere che abbiamo in comune, della canzone Occhi da Orientale.., delle mamme che sono una presenza tenera e profonda, mi complimento per avermi portato dentro il suo mondo con i piedi di un estraneo e gli occhi bagnati dalle lacrime. 

" Solo a te ho fatto una dedica così lunga, le tue parole mi hanno emozionato, te la meriti."






Lei è dolce, sensibile, ascolta molto ed ha uno sguardo sincero, profondo. 

Dopo aver parlato con Anna, vado da lui, che insieme a lei è protagonista di questa bellissima storia che ha portato due bambini e un libro scritto tra una gravidanza e l'altra. Alex è una persona splendida, alla mano,  parliamo di Viterbo, il suo luogo di origine, dei posti che conosco. Mi invita subito a vederci per una camminata insieme. 





A pranzo ci ritroviamo tutti insieme, ridiamo e scherziamo tra felafel battute e riso venere.

Valeria, mi parla del suo progetto di comunità e mi invita a partecipare :


"quando parli dei giovani, dei ragazzi, ti si illuminano gli occhi.  Vorrei che tu ti occupassi di questo. "

Alla fine del corso, ci salutiamo con affetto, io vado dall'insegnante per ringraziarlo e stringergli la mano, lui mi stringe in un abbraccio che ancora sento nei brividi del mio corpo. 

Ho sentito tutta la sua energia amorevole scaldarmi il cuore e mostrarmi quanto amore c'è.

Un abbraccio che mi ha fatto sentire un legame profondo con il suo cuore.  

Ha sorriso fino a che non ho raggiunto la porta.

Esco,  mi faccio due passi per San Lorenzo; c'è una luce bellissima, scatto un pò di foto ai murales nelle vie interne, mi inoltro negli angoli nascosti dove non si respira un'aria tranquilla.

giungo alla piazza vicino al cinema, leggo tutte le dediche dei bambini e le scritte per la pace, poi vado a trovare il mio amico al ristorante. 

Sta passando un periodo delicato  e ci tengo a portargli un po di calore.

Chiacchieriamo, ridiamo, mi porta un buon Amarone e patate al forno, conosco il ragazzo che sta ai tavoli. Gli racconto come era colli albani quando avevo la sua età,  parliamo di futuro, studio, sogni, del suo legame con il mio quartiere.    

Con Luca facciamo una lunga e profonda chiacchierata, lui si confida apertamente con una tenerezza che non avevo mai conosciuto ma sempre saputo, siede vicino a me come se fosse disperatamente alla ricerca spasmodica di risposte  immediate.


" il vero amore fiorisce perche il mondo possa vederlo. "


Saluto Luca,  il ragazzo, il proprietario, la ragazza che fuma all'angolo, continuo la mia camminata fino in centro, guardo il cielo sopra la stazione.. grato ad ogni singolo attimo, a tutta la grazia  che ricevo ogni giorno.




































































































Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

E allora vai.

La felicità non va mai a dormire.