le donne

mentre me ne sto in spiaggia e ascolto il vento fresco accarezzarmi le gambe guardo la bellezza del cielo e mi accorgo di quanto sia immenso lo spazio che abbiamo davanti ogni giorno.

nuotare in mare è un ritorno al puro riconoscersi come piccolissima briciola in un infinito di bellezza senza fine.

un briciola preziosa, fondamentale.

questa calma è cosi forte che si dissolve nelle onde, è pura magia il silenzio della sabbia sui piedi, è incanto beato quello che si prova mentre veniamo scaldati dal sole.

in tutta questa grande bellezza non può mancare l'universo femminile.

sono nato grazie ad una donna e sono cresciuto spaventato dalle donne.

ancora oggi quella paura continua a condizionare la mia voglia di stare solo, di avere un letto solo per me.

nonostante questa paura non ho mai smesso di restare affascinato da ogni singolo aspetto del loro mondo.

mi riesce davvero difficile solo immaginare come si possa colpire un diamante fragile  e puro come il corpo di una donna.

solo averle a fianco per una compagnia di un semplice pasto o due passi spensierati è un avventura che vale la vita.

attraverso la loro brillante voglia di vivere ho sempre trascinato la mia spesso pigra creatività.

ogni cosa che ho vissuto e imparato negli ultimi dieci anni è stato grazie a loro, che mi hanno insegnato cosa sia la delicatezza, la pazienza, il collaborare calmo, l'accettazione, il restare, il vivere.

le guardo correre e ci trovo la voglia di non mollare, le vedo camminare calme ed è di un solo colore il cielo che attraverso i fiori sui vestiti  cade sul loro sorriso.

il modo in cui parlano è una lezione per ogni corso di comunicazione, hanno sempre più passione di noi e sanno andare avanti anche senza amici calcetto e birre allo stadio.
sanno andare avanti perchè credono nella vita, camminano mano nella mano coi sogni e resistono, perchè anche se i tempi moderni vorrebbero presentarle più toste e rigide, loro vogliono ancora scoprire  cosa  ci sia dietro ad una fine, cosa ci sia dietro la vita di tutti i giorni.

conservo stupore nel seguire le pagine di un libro che sfogliano, mi affascina il loro scegliere la solitudine di un parco e la compagnia di un libro, sono eleganti i passi e i modi, sono illuminanti i sorrisi e splendenti i movimenti delle mani, dei capelli arrotolati, degli occhi senza trucco, delle bici accompagnate con morbida energia.

ogni passione da me inseguita è sempre condivisa da quasi solo donne.
mi rilassa la loro positiva allegria, è solare per natura la donna, nonostante il nostro brusco intervento sulla loro serenità.

passiamo sulle loro lacrime con orgoglio di persone egoiste, molto più sole delle loro scelte indipendenti e libere.

le vedo cavalcare in campagna, cantare con chitarre esplosive e viaggiare con zaini leggeri.
sono loro i miei eroi, le immagini felici di una vita da inseguire, sono la scelta di un bambino che ancora non è stato intrappolato dai pensieri, sono vitalità e gioia, sono amore, vita.

le vedo prendere sulle spalle un bambino e metterlo sulla bici e mi accorgo di quanto sia forte il sesso femminile, forte perchè hanno una forza che noi sogniamo, quella dell'amore.

ogni cosa la vivono con amore, i loro ideali sono libera espressione di pensieri sempre etici, mai banali.

le vorrebbero intrappolare nel calcio e  nelle riviste, nelle parole pesanti e negli atteggiamenti violenti..  ma la donna è vita, non cade in un mondo creato con violenza dall'uomo, che non conosce altra via se non quella della sopraffazione e della supremazia, della corrotta condotta, della disonesta parola mai mantenuta, della finta idea mai creduta.

nella loro dorata pelle d'estate le creme non reggono il confronto, profuma di rinascita.

la loro sete di conoscenza e crescita non ha mai fine, la loro insaziabile voglia di scoprire non si ferma.

mi immergo nella loro grazia mentre lasciano fuori la porta il mondo che non le accetta e si lasciano andare in sentieri spirituali. Chiudono gli occhi e sorridono alla vita, meditando pace e danzando nel vento con divertita semplicità. Le vedo al tramonto mentre scrivono o salutano il sole in una pratica yoga, mentre ascoltano o insegnano, mentre giocano a racchettoni o sfiorano le onde, le vedo scomparire nella schiuma del mare o nella accecante  luce del sole.

le trovo sole su una panchina ad osservare i passanti, a leggere romanzi davanti ad un buon vino o distese su un prato in attesa di un film estivo.

si perde il loro sguardo nella luce di un quadro, si ritrova nella fotografia di un vicolo nascosto, in un piccolo borgo, in un concerto jazz.

ovunque ci sia vita, mistero, ricerca.. troverai il volto di una donna.

ovunque ci sia amore, troverai il loro cuore.

la vita senza di loro, sarebbe un errore.

una vita senza ringraziarle mai, sarebbe un delitto.

spero che un giorno ci siano sempre più uomini che scelgano di accarezzarle, curarle, proteggerle.. abbracciarle e scaldarle, coprirle e portarle in braccio, come ad un concerto, come ci sia sempre quella spasmodica  attesa sotto al balcone con un fiore, una scritta sul muro e una improvvisa serenata. 

allora non cercheranno terme o massaggi esotici, diete rivoluzionarie o account fashion ..

avranno già ciò che hanno sempre sognato.



Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.