Poesia. Amore. Libertà.

È un momento molto particolare.. l' estate se ne va e lascia sempre un sapore che rimane. Viviamo una corsa che non lascia il tempo neanche per un te di pomeriggio, per due passi in villa o un giro al museo. Corriamo corriamo e non cambiamo, mai, nenache di una virgola. In questo periodo ho fatto tanti incontri, è stata un'estate vivace e portatrice di pace. Tante persone che mi hanno sorpreso, accolto, e fatto sentire fortunato. Vivo un rapporto col femminile che non segue nessun preconcetto, vivo il momento come un prezioso regalo che ricevo. Incontri, ritorni, improvvisi slanci e poi calma, estrema calma. Ho ritrovato una mia storica amica proprio ad un concerto d'estate ed abbiamo iniziato ad uscire per conoscerci di nuovo, dopo più di 20 anni. Lei si è rimessa in piedi dopo che altissime onde  hanno colpito violentemente il suo cuore, ma non così forte da affogarle il sorriso, quello è rimasto bambino, è lo stesso di quando giocavamo sotto casa, di quando mascheravamo il volto per non mostrare al mondo la sensibilità delle nostre anime. Ora, quando la abbraccio, sento ancora il sapore dei giocattoli, sento la sua voce cantare in chiesa, quando le tengo la mano rivedo le nostre mamme che scherzano sotto casa mentre lei mi rincorre, il  suo sorriso mi sparge li corpo come una crema e mi sembra tutto come in un film.

Lei ora cammina fiera, forte di essere una mamma dolce e premurosa, contenta di aver sempre visto in ogni nuovo inizio una strada da mostrare alla figlia. Canta la musica che le scorre dal cuore e non si lascia intimidire da nessuna emozione.

Sotto le stelle che illuminano il castello di Santa Severa conosco una sua amica, un anima che brilla di vita.

È nata due volte, appena concepita e dopo essersi salvata da un incidente. Scrittrice, poetessa, pittrice, volto biondo, voce calda che soffia sulle onde davanti la casa sul mare.

Scherza quando non ricorda, ride di ogni brivido, che sia gioia, che sia dolore.

La sua è una storia di rinascita, da raccontare al mondo, da ascoltarla senza fiatare. Ha dovuto rileggersi per ritrovarsi, le sue poesie sono state le sue gambe, e l'hanno riportata sulla strada, la strada della scrittura, che è la sua vita. Ha ripreso a camminare grazie alla penna, a volte un dolore é come una stampella, ti fa camminare senza riuscire a scorgere quanto la strada sia bella. I suoi occhi sono lucidi, la poesia la trovi li, in come guarda gli altri, in come osserva la vita. Una poetessa è un'anima che non si è persa, che profondamente pensa, cercando dietro ad un testo la testa di chi lo legge. Ho avuto la fortuna di ascoltarla recitare poesie, giocare col suo dolore,  dissacrare un trauma insegnando che ciò che fa male può un giorno farti bene, se riprendi a guardare. L'ho vista emozionarsi davanti ad un caffè letterario nel cuore della Trastevere più bella, quella meno turistica e più popolare, quella più calma, quella che di notte è già poesia, basta guardare il cielo che si affaccia sulle chiese solitarie. L'ho vista sentirsi regina, accolta da giovani vecchi musicisti e solitari vari, come fosse di nuovo un giorno propizio per tutti. Ci sono serate in cui un giorno speciale per una persona lo diventa per tutti. Ha ripreso a recitare poesie, a scegliere, a viverle. I suoi occhi sono ancora le luci della notte Trasteverina.

I suoi occhi sono di nuovo le luci delle notti trasteverine, di un semplice Lunedi sera. Mentre il mondo si accontenta e spenge la luce, lei la riaccende per far compagnia ai lampioni del ponte sisto, del lungotevere e del gianicolo,  incita ancora vecchi e giovani a raccontarsi, a far parlare le strade con la voce della poesia, con la voce della vita. Roma, prima di dormire ti lascia sempre un disco da portarti sotto il cuscino. Un bacio fuori al bar, sopra il tevere, mentre le piazze mettono il silenzioso, fa scorrere amore in ogni cuore, basta poco per ricordarsi di quanto sia inutile non essere felici.

Basta veramente poco per dimenticarsi il superfluo, ricordarsi l'essenziale non è poi così difficile, se resti a guardare le persone  che passano a via giulia, scopri una via tra le più romantiche al mondo, ed ha lo stesso nome della figlia.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.