ANYWHERE IS PARADISE

 prendersi del tempo, per andare oltre il tempo e lo spazio.


prendersi il viso e bagnarlo col vento. asciugare la testa con i fogli di un giornale, tornare bambino, giocare con le cose leggere.


un giorno dopo l'altro, un secondo si tira dietro quello dopo, come fosse un fratello da accompagnare verso lo splendore infinito che vince le cose che finiscono, come il corpo.. l'eta' e la salute.


cosa ci rimane, una volta morto il nostro corpo?


se pensiamo alla nostra vita, non come al corpo che portiamo appresso, in giro per il mondo, possiamo trovare un altro spazio, oppure crediamo non rimanga nulla?


quali sono i nostri reali bisogni?


fuori è silenzio. una dolce musica mi strofina la pelle. 


mi vengono a trovare immagini di vasti paesaggi che ho attraversato. la mente, come una penna che accarezza un foglio bianco, si poggia soffice su cio' che la regge.


paesi piccoli, campagna, borghi sperduti, alti monti e sperdute vallate, locande in mezzo al nulla, strade di città, grandi insegne e mercati di notte.


albe, tramonti, laghi, strazianti baci.


treni e dialoghi . vite vissute, mancate, terminate, esperienze mai capite.


quanto ci costa superare gli ostacoli delle nostre paure e della nostra cultura, di cio che abbiamo conosciuto e non vogliamo dimenticare. 


il passato, cio che abbiamo accumulato con pensieri e attacamento, con desideri e paura, ignoranza e rigida abitudine ferma al punto di partenza.


se ci liberiamo di cio che ci ha da sempre identificato, non ci resta che il fatto di essere umani, umanita, universo, fratelli e fratellanza, cellule che si attivano e spariscono, vento che si alza e si abbassa, sassolini, sabbia e onde del mare, gocce di un grande infinito, amore.


luce.


illimitata liberta. 


esseri spirituali che camminano e vagano in mezzo agli altri per cercare di conoscersi e di capire, di amarsi e di non soffrire.


siamo qui per imparare a crescere con le nostre forze.


sorretti dalle nostre anime.


ecco, tutto questo immenso mondo fatto di luce e liberta, di profondo amore.. di esistenza che è verita', di vita che è l'essenza di cosa siamo..  tutto questo mondo, non può conoscere paura, disagio, attaccamento. 


sa di appartenere ad uno spirito piu grande, alla vera pura essenza universale.






che è la vita. l'anima del mondo. nostra madre, generatrice di terra, di forme, di acqua e di fuoco, di cielo e di luce, di anni e di  cibo, di amore libero, puro, privo di ragione, colmo di beatitudine.



la vera conoscenza, la vera ricchezza, è capire cosa siamo e cosa ci facciamo qui.


stiamo pagando cio che abbiamo fatto o stiamo qui per affrontarlo e attraversarlo, per evolverci e liberraci?


per tornare a casa,da nostra madre, piu leggeri e in pace?


le nostre azioni, i nostri pensieri, i gesti accumulati, l'egoismo che ha generato pensieri e attaccamento conseguenza di una mancata conoscenza e quindi ignoranza, di come tutto accade, di come le cose avvengono. 



le relazioni, la paura di perdere legami e affetti, la paura di perdere il corpo, il nostro attaccamento ai beni e alle persone, la paura di non essere accettati, adeguati, giusti, amati... il giudizio e la rabbia nel difendere una persona che non è separata, una ragione che non ha senso mantenere rigida e giudicante.. i desideri di ottenere, possedere, manipolare, ricevere, di essere riconosciuti.. tutto queste tragedie portano guerra, solitudine, dipserazione, paura continua del dolore.


ogni persona che ferisce è una persona che ha il terrore di soffrire. ha il terrore di morire.


ci sentiamo identificati come fidanzati, mariti, padri, madri, fratelli, italiano inglese destra sinistra roma lazio giusto sbagliato.. ladri, onesti, veri traditori... 


è una danza continua che non fa che rendere sempre piu potente la separazione. una separazione che non fa che indebolire l'umanita e rendere forte chi la controlla.


la vera liberta' è saper tacere, saper lasciare andare.. smettere di colpevolizzare e colpevolizzarsi. 


perdonando e perdonandosi, scopriamo un raggio di luce che esce dal cuore e raggiunge il mondo intero portando calore in ogni strada buia, in ogni cuore abitato da paura.


non siamo qui per controllare nessuno, siamo qui per amare ogni umano, nessuno è indegno di essere amato.


anche l'assassino è qui per cercare pace, ma non lo sa, finche non va in profondita, finche non calma il cuo grido di dolore, con un po di acqua santa, con un tocco dolce di tenerezza e conforto, un bagno di amore rivoluziona la vita di ogni persona, perche in quel bagno si riconosce, capisce che è qui solo per bagnarsi e ripulirsi di tutte le azioni dannose e inutili. 


ogni piccolo insetto è stato al nostro posto e ora ci gira intorno.


è un legame infinito il filo che tiene in piedi il mondo.


augurare felicita è il pensiero che dovrebbe svegliarci ogni giorno.


un sano pensiero di gratitudine accompagnato da un azione sana, consapevole e amorevole, generosa e calda, mai stanca di essere gentile.. questa è la nostra missione qui.


La vita non conosce morte, non conosce limiti, dolore, malattia, ogni epserienza è un ponte per elevarci e purificarci. diventiamo vecchi malati, senza piu forze ne corpo, soli muoriamo, come soli arriviamo.. ma prima di nascere e dopo la morte.. la luce continua a splendere in mondi sottili che generano vita, saggezza, ricchezza infinita, sono li a guidarci, vegliano ma non possono agire al nostro posto.


noi soli siamo responsabili e ci specchiamo nei gesti che facciamo. 


possiamo cambiare pensieri e  azioni.. e pensieri e azioni saranno i nostri nuovi specchi. 


ogni cosa brilla. anche quella che sembra piu buia.


niente è come sembra.


dobbiamo tornare alla fonte.  alla nostra casa interiore.


all'amore universale.


noi siamo amore universale.







l'universo è dentro di noi. e ci guida.








Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.