San Valentino.

io e riccardo dopo un lunghissimo tempo che ci è sembrato eterno, ripartiamo in viaggio , insieme.. 





la voglia di staccare, di stare insieme.. condividere.. abbracciarsi.. vivere.


una voglia spmasmodica di liberta, di stare a contatto con il nostro respiro che si fonda con gli alberi, con la natura intorno, con il mondo. 















ed è un piacere..sapersi gustare il mondo. è il piu grande tesoro che puoi trovare nella vita, sapertela gustare, apprezzare, ringraziare. 


usciamo dalla città, ed è un attimo per sentirsi in pace, beati, lucidi, vivi.


durante il viaggio ripercorriamo i momenti vissuti durante il nostro corso per insegnanti,  i rapporti con laura e sandra.  mi spiazza con una frase... " quando sarai  pronto, ti dico tutto quello che penso di quel legame, soprattutto tuo. " 

la mia curiosità diventa un sorriso che  sfuma insieme alla luce del cielo, che brilla come se stesse specchiando il nostro cuore.  


insieme alla nostra amica federica,  abbiamo  preso parte ad un weekend di yoga e meditazione, massaggi, tantra e danza. 


Il viaggio già basta per sentirmi tra le stelle.. la luce del cielo, il sole che illumina la strada e la campagna circostante, le colline, i colori sembrano un premio per essere usciti da una zona di comfort.


una paesaggio perfetto per riconciliarsi con il nostro cuore.


arriviamo a poggio mirteto, ci fermiamo a comprare delle rose per le ragazze.






saliamo verso il casale.. e proprio li, il nome della località è San Valentino.





ci accoglie l'insegnante di yoga, una ragazza israeliana dal fisico mozzafiato.


conosco Federico, una persona gentilissima e sempre disponibile, che vive con lei.


Poi Dante, avvocato, brillante e vegano.

Anne, olandese, vegana, campionessa di Pentathlon.

Fiona, maestra in una scuola per ragazzi con problemi emozionali, di memoria, deficit di attenzioni e altre sindromi, tra cui la  Asperger.


Alicia, una donna californiana, che fa yoga da quando ha 16 anni.


Federica, consulente di psicologia del lavoro.


quanto mi mancava tutto questo: vivere tra i pini, a due passi dal sole e a 3 metri dal cielo.


tra i sorrisi delle ragazze, le colazioni condivise, i tappetini yoga, cantare insieme, abbracciarsi, meditare, chiudere gli occhi e poi brindare  a cena, come amici di sempre, appena conosciuti.


mi ha ricordato le compagnie in nepal, in india, a santiago, in calabria.. quella stretta tra il cuore e il mondo che diventa una cosa sola... L'amore che hai dentro inizia a parlare con diverse lingue, diversi volti, diverse vite intrecciate in una sola.


un pomeriggio vissuto tra camminate nei boschi, lezione di yoga,  relax in terrazza, un tè sul divano,  tante risate rilassate e spensierate.


























Aviv, l'insegnante, durante la fase di rilassamento, si avvicina e con delicatezza, ci stende la testa al tappeto, un dolce massaggio sulla nuca, poi lascia in terra un bacio perugina con a fianco un bigliettino da conservare.  




   

A cena, fiona mi racconta che è anche insegnante di Vinyasa Yoga. 


Ho capito che prima di Insegnare, voglio sentirmi insegnante. Non basta leggere un manuale alla perfezione e sapere a memoria come funziona il corpo e i chakra che attraversano i nostri mondi sottili. 


Il vero  insegnante è colui che ha fatto esperienza su di sè di quello che dice il manuale.. e una volta attraversato quel percorso, allora puoi trasmettere qualcosa, e aiutare. 


Altrimenti, stai solo fornendo una tecnica, e quello lo possono fare tutti.


Alicia, mi racconta di un suo recente amore conosciuto in treno, federico di una sua delusione, Dante tra 10 anni si vede su un'isola sul mare.

















Dopo cena, festeggiamo due compleanni,  fiona si mette al piano, federica canta. 


Poi, uno scambio di gentilezze tra gli uomini e le donne: prima gli uomini, poi le donne.


un dare e ricevere, sensualità, tocco, essenze, massaggi, parole sussurrate.   


Fiona, mi chiede se voglio andare sulla vasca Jacuzzi, nel pieno della notte, all'aperto.


Siamo noi , Dante e Anne, Che hanno gia trovato un'intesa intima.


In vasca, guardo in alto e trovo un cielo  che mi fa commuovere. 

In quel preciso momento penso che " si può stare bene senza calpestare il cuore .. " 



Alzo il calice di Vino guardando gli occhi di Fiona, non avrei mai creduto di ritrovarmi nella notte di San Valentino, a San Valentino.. in una vasca Jacuzzi, sotto il cielo stellato.. di fronte ad una ragazza cosi interessante.









Oggi, appena sveglio, trovare un suo messaggio ha riaffiorato in me emozioni dimenticate.


Al risveglio, io e ric, nel nostro rituale mattutino, ci alziamo, doccia fredda e meditazione. 


Veniamo a sapere dopo, che si sono uniti a noi anche anne e federico.

Una meditazione, di fronte al paesaggio, indimenticabile.



Andiamo a camminare, faccio il caffè, e poi ci sediamo di fronte alla bellezza del mondo.

E in quel momento sento che la bellezza della vita è dentro il nostro cuore.

    e fuori, si riflette.


Your best friend Is yourself.
























Facciamo un 'altra lezione di Yoga, Poi i proprietari vengono a portarci la colazione.


Esco a prendere il sole con Federica e Alicia.
















Io fiona Riccardo e Dante, andiamo a camminare fino alla cima.


Fiona sente un pò il peso della città e sta per trasferirsi a Trevignano, per stare un pò nella natura, con sè stessa, facendo vela sul lago.







Con Dante parliamo di quanto siano importanti i piccoli gesti di ogni giorno, anche la semplice responsabilità nel fare la spesa fa molto piu di una manifestazione. 


E' il momento degli abbracci, dei saluti gonfi di emozione e gratitudine, appena due giorni e sentirsi parte di una famiglia.






stare tra persone che condividono un modo di sentire.. è molto piu di un viaggio.


Mi resta addosso il gioco di me e Fiona che lottiamo in acqua ...


Il sorriso di Anne, quando trova il mio biglietto con regalo.


Dante, che uscito dalla piscina mi fa " non ce la faccio, fa troppo freddo." E rientra in acqua. 


Federica che scende le scale con la rosa,


Riccardo che mi tira la panna,


Federico che mi prepara il farro..


E tanta gioia, semplice, nello stare insieme.










Sulla via del ritorno, Riccardo mi svela il suo pensiero su me e Sandra. 


"Ho un pensiero su Sandra che non ho mai voluto comunicarti, per non condizionarti, so che ci tenevi. "  


Il sole, splende sui nostri occhi, che bello sentirsi accompagnati nel proprio cammino da quella che in gergo spirituale viene chiamata Sangha, una comunità di fratelli.


Peace.




Se ti lasci un po' andare ad un mondo che ride
Tu ridi di lui e senti che pace    ......

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.