LA VITA É BELLA

Mi accorgo sempre più di quanto sia difficile la nostra epoca. Ci hanno facilitato milioni di cose pratiche con tecnologie, burocrazia e strumenti efficaci, progresso, macchine, avanzati sistemi di comunicazione, social network, robotica, potenziato i mezzi pubblici, inventato pc e telefonini, ma ci hanno buttato nella mischia in una corsa sfrenata confusi e senza mèta. Ci ha complicato ciò che è semplice: comunicare, amare, divertirsi. Ci hanno fatto credere che le cose leggere appartengono all' infanzia, la vita adulta deve essere seria, stressata, difficile, colma di paure e preoccupazioni. L'occidente è ad un punto di non ritorno. O  si ha il coraggio di fermarci, o ci si perde inevitabilmente. Non abbiamo badato all' essenziale ragion d'essere, alla unica importante scelta da fare: essere felici. Cosi ci ritroviamo pieni di cose e vuoti dentro. Sappiamo fare tutto ma non riusciamo a stare insieme, a parlare con gentilezza, a prendere le cose alla leggera, a giocare, a ridere di gusto, ad ammirare la bellezza con sincera gratitudine, a rinunciare, a seguire il cuore, a restare semplici. Mentre sono qui in india, nello scambio gratuito e veloce grazie alla nuova messaggistica,  ascolto il coro disperato di tanti amici e persone infelici. Quando mi scrivono che non riescono più a vedere nessuna luce e nessuno stimolo  io rispondo per la mia personale esperienza: La vedrai. Piano piano vedrai una cosa alla volta. Datti tempo. Non avere fretta. Abbi fiducia. La depressione é una reazione di chi vuole essere felice. É l inizio di un cambiamento. La sofferenza è vita. Solo dalla sofferenza si rinasce piu forti. E quando invocano la morte come unico sollievo rispondo che la morte non é poi cosi grave. A me non spaventa. Se arriva vuol dire che era il mio turno. Ma finché vivo non voglio rimpiangere a 80 anni di non aver vissuto. Inizia a volerti bene. Dopodiché inizierai a volere bene alla vita. Non continuare a farti male con pensieri negativi. Abbiamo una vita da percorrere .. e non ce la ridanno indietro. Alzati e cammina. Viaggia, frequenta, conosci nuova gente, ascolta e osserva cosa ti capita. Non disperare, nulla é cosi grave. Niente é davvero cosi importante. È un gioco, siamo qui per divertirci e sorridere. Prendendo le cose piu alla leggera si vive piu spensierati. Meno siamo seri più ci apriamo alle nuove avventure. Aprendo il cuore, scopriamo quanto mondo inesplorato risiede laggiù. Possiamo anche fare un lavoro d'ufficio ma l'india mi ha insegnato ciò che mi ha cambiato dentro: qualsiasi cosa fai, falla con amore. L'importante è restare se stessi, non rinunciare al tempo libero, a camminare, a stare nella natura, a gioire del silenzio e di sé stessi, a gustarsi amici e famiglia, non smettendo mai di conoscere.. nuovi posti, nuova gente, nuove lezioni e nuova vita. Anche la via dietro casa può essere una strada da percorrere felici.

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.