2020


Dovremmo iniziare a capire che è importante vivere aiutando gli altri.
Dovremmo preoccuparsi prima di tutto del benessere e la felicità altrui, dare una mano ovunque ci sia bisogno, sorriso ovunque ci sia tristezza.

Il dolore si vince stando insieme, non lasciando soli le persone, non dimenticando una richiesta di aiuto.

La generosità è un talento prezioso e fa bene al mondo.

Prendendo tutto con più leggerezza, potremo far stare tranquilli le persone che soffrono ansia o panico, rabbia o disagio.

Trasmettere serenità e calma può far fiorire il meglio da una persona che è aperta a ricevere.

Dovremmo dare ogni giorno il massimo per essere migliori del giorno prima.

Apprezzare la vita, cambiare sempre aiutando a cambiare, rilzarsi da ogni caduta con la forza del sorriso, riprendere e recuperare uno sbaglio con autoironia e senza pesi addosso. Credere in se stessi, sognare leggere scrivere raccontare fotografare, conoscere, viaggiare, curiosare e scoprire, restare vivi, amare disperatamente.

Rischiare è vivere coraggiosamente, con passione e cuore. Andando oltre una vita di comfort.


Non evitare nessun buio, ma non smettere mai di inseguire la luce.

Aiutare il mondo a respirare prima che soffochi nella plastica insieme ai pesci, agli orsi, agli alberi.

Superare i propri limiti ci costringe a crescere. Ogni ostacolo ci sta mostrando qualcosa che dovevamo superare.

Possiamo lasciare alle spalle insieme al 2019 tutto cio che non ci serve più, tutto ciò che di noi stessi non siamo piu, e non vogliamo più essere.

Lasciare andare diventa forza, e senza pesi viviamo più leggeri.

Da un momento all'altro potremmo perdere tutto, la nostra vita o quella dei nostri cari. In questo istante abbiamo milioni di ragioni per essere grati e felici.

Infinita bellezza ci copre ogni giorno la vista e non ce ne accorgiamo.


Fuori dall'ufficio, torno a vivere  la vita che ogni giorno splende e sorprende.

Ridi, emozionati, innamorati, viaggia ...
Non limitarti a sopravvivere.

Con incanto riesco a guardare il volo di un gabbiano.

Con gli stessi occhi osservo perplesso il disagio interiore di milioni di persone, incapaci di lasciare andare, di perdonare, di amare.

Osservo la difficoltà di accogliere l'amore intero di ogni gesto, di comprendere la verità ultima che tiene in vita l'universo con lo stesso filo che ci ha fatto cadere qui.

Vedo persone dure, ferme sulle proprie posizioni, così chiuse dentro il proprio orgoglio da non riuscire a rilassarsi mai.

Una corsa contro il tempo  per sfuggire a se stessi, mai un secondo da dedicare alle proprie paure, cosi ci viene piu semplice dare sempre la responsabilità agli altri se siamo gelosi, duri, rabbiosi, insensibili. Meno siamo aperti al perdono piu siamo chiusi dentro. Meno comprendiamo la nostra storia personale meno riusciamo a perdonarci. Abbiamo sempre molto piu bisogno di ricevere un abbraccio anziché donarlo.

Non riusciamo ad esser grati per quello che riceviamo, siamo invece campioni a lamentarci per ciò che non riusciamo ad ottenere, senza mai prenderci le responsabilità per quando feriamo, per quando non diamo, per quando sbagliamo, per quanto togliamo.

Una vita dura come pietra senza mai cambiare neanche il colore di un sassolino.

Un nuovo anno che sia un nuovo inizio. Un inizio per prendersi per mano senza chieder niente in cambio. Chiedete ad ogni persona che ha incontrato l amore nel cuore se esiste un moto piu rivoluzionario di quel miracolo. Giriamo una vita cerchiamo ci sbattiamo ci lamentiamo ed era tutto li,nel nostro cuore, il tesoro di una vita intera. È uno strillo al gol nei minuti di recupero, è una corsa in acqua, è il bacio senza tempo.

Una volta toccato con mano il tesoro che abbiamo in fondo al cuore si apre un respiro che abbraccia il mondo. Una finestra che ti mostra la vita per quello che è, lo scopo della vita di ognuno di noi è di fare questa esperienza per capire come sconfiggere una volta per tutte le paure che ci tengono in catene e scoprire che il senso di tutto, la soluzione e la strada che non conosce ostacoli è solo l'amore.

L'incapacità di amare non ci fa vivere bene una relazione sia in amore che in amicizia.

L'amore ti fa capire quanto tempo hai perso cercando di ottenere, cercando di spingere e giudicare l'altro, di pretendere, di lamentarsi e arrabbiarsi.

L'amore ti apre le ali del cuore, ti fa vedere la vita con altri occhi. Ti insegna che tu non sei altro che gentilezza. Allora inizi a stare in silenzio, a rispettare ogni forma di vita, ad ascoltare il dolore di un amico o di chi neanche conosci, a dimenticare il giudizio, a comprendere chi non ce la fa, a nutrire la tua giornata di parole buone e gesti lenti, di consapevole incanto, di compassionevole sguardo.

Smetti di giudicare, di difendere una ragione, di puntare i piedi, di restare su una posizione, di resistere al cambiamento, a ciò che sei veramente. È solo l'amore il nostro maestro, non ne abbiamo altri. Il senso di questo faticoso e doloroso scendere in questa esistenza di cui non abbiamo mai capito granché. Avanziamo orgogliosi per proteggere un Io che non ha motivo di esistere.

Spesso il dolore di una perdita ci fa aumentare rabbia, storie finite male,figli contesi, stipendi che non bastano, politiche ingiuste, strade non pulite non sicure, eppure se guardate in profondità negli occhi di una persona troverete solo una disperata voglia di pace, che non ammetterà mai. Perché non andiamo mai a toccare i punti dove ci sono ferite,per paure di risentire il dolore. Ma è solo dal fango che un fiore di loto sboccia i suoi petali piu belli, solo da un ufficio da un luogo chiuso da una famiglia da una vita in città da una malattia come da una prigione da un digiuno o da un ospedale.. solo da dove si sperimenta dolore si può fare conoscenza dell'amore, scoprire il senso di un ritrovarsi, della gratitudine e la pazienza, il perdono e la semplicità. Un pasto diventa oro, un letto diamante, una camminata il viaggio della vita. Non siamo qui per pagare quello che non riusciamo, siamo qui per amare ogni momento che viviamo, affrontando ogni difficoltà che incontriamo come una sfida per evolverci e migliorarci.


Il dolore di questo mondo, la malattia dei nostri tempi nasce dal bisogno ossessivo di ricevere attenzioni, applausi, consenso. Una corruzione dell'anima che colpisce l'uomo comune come il politico; i grandi interessi internazionali finiscono nel piatto di un piccolo comune del sud e neanche lo sappiamo. Il problema è il vicino di casa che non ci saluta, che parla dietro, che parcheggia male.

Che sia un inizio con parole nuove, che Invece di destra e sinistra si parli di felicità o infelicità, che venga ripristinato il diritto al benessere, ad una vita serena, alla camminata nel verde,  al sapere collettivo, al bene comune, all'educazione gentile, all'importanza della lettura, al rispetto della persona in quanto anima e respiro del mondo, che sia un inizio che guardi al cuore del paziente senza usare farmaci ma una comprensione profonda del dolore interiore,ai figli come spiriti liberi, all'altro come uno sguardo nuovo della nostra faccia. 

Un inizio in cui nessuno usi violenza verbale e fisica, in cui ci sia più azione e meno reazione, piu compassione e meno competizione, in cui nessuno provi vergogna nel chiedere scusa e perdono, nel dire grazie e complimenti, nel  giocare con la vita e la morte con la leggerezza del sorriso, nel "raccontare ciò che si vede divertendosi."

Un mondo che si ribella al non amore non regisce e non prova rabbia, va in profondità, agisce per il bene di tutti.

Il tempo che abbiamo davanti é un prezioso strumento per tirare fuori dal nostro corpo e dalla nostra mente il migliore del talento per cui siamo venuti qui. 

E nessun talento può raggiungere il traguardo più importante della vita, quello di essere felici, se non libera il cuore da ogni paura e inizia a sperimentare l'amore.


Rendete ogni giorno un emozione da ricordare. Non dimenticate mai di dire grazie. Di chiedere scusa. Di amare.

Godetevi la pioggia. Piangete senza vergogna. Ballate di allegria. Esplodete di gratutudine. 

Andate a pranzo dai nonni, inseguite i vostri sogni. 

Correte dal vostro amore, prendete un caffè col vostro genitore.

Baciate prima di parlare. Parlate col cuore e mai con l orgoglio.

Anticipate il tempo. Prima che si interrompa, fermatelo voi.

Apprezzate la vita, trattatela con rispetto, vivete con amore, siate grati.

Circondatevi di persone positive, preferite il si al no, il gioco al giudizio.

Prendetevi cura di ogni dolore, iniziando dal vostro. Pulite l'inconscio.

Abbracciate, amate, perdonate, uscite fuori e camminate. La vita è questa, è preziosa e velocemente passa. 

È tua. È l'unica cosa che possiedi.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.