Kalachakra, la ruota del tempo.

Ho assistito, all'interno del tempio dove risiede il Dalai Lama, alle interminabili recitazioni del mantra purificatore, in preparazione al rito di iniziazione del Kalachakra. Mi sono seduto di fianco ai monaci tibetani, ho chiuso gli occhi e mi sono lasciato travolgere da questo canto. La vibrazione ha riscaldato ogni sensazione, ha sciolto ogni pensiero, una potenza impressionante, più di cento monaci che muovono il corpo e la testa pregando senza sosta e recitando parole che hanno l'intento di attivare il seme dell'illuminazione che è presente allo stato dormiente in ognuno di noi. La voce dei monaci diventa un solo  suono che purifica l'aria, una potenza simile a quella di una tromba.Il mantra ha un significato di straordinaria importanza, attraverso quelle sillabe si richiede la purificazione di corpo parola e mente, si aspira alla buddidá che è in ognuno di noi, le sillabe unite rappresentano anche gli elementi di cui è composto il corpo, aria acqua fuoco vento. Il sole rappresenta saggezza, la luna compassione. Ascoltando e recitando il mantra si augura che sia di beneficio a tutti gli esseri. Il kalachakra è considerato la ruota del tempo, é cuore e universo dentro di noi, le forme di budda sono sia maschili che femminili, simboleggiano le perfezioni, ha 4 facce e 24 braccia, la piu profonda visione di saggezza e compassione indivisibile, guida tutte le forme di vita nella ricerca di felicità e la fine delle sofferenze. sono circa 700 le forme di budda, e rappresentano le realizzazioni e le qualità che possono essere attivate,  Il tempo,secondo la concezione buddista, rappresenta l'impermanenza di ogni cosa, innumerevoli vite si intrecciano vanno e ritornano in un ciclo senza fine condizionato dal karma accumulato, e la liberazione di ogni nostra sofferenza può essere raggiunta purificando il karma negativo con azioni compassionevoli. Il mandala  rappresenta il terreno e il palazzo dove all' interno vivono le forme di budda. Ha una struttura tridimensionale.  Sono delicati e pregevoli dipinti di sabbia, vivaci colori e sfumature circolari si ottengono lavorando giorno e notte senza sosta. Al centro del fiore di loto sono le divinità maschile e femminile. I petali rappresentano le 8 divinità o Shaktis, energia femminile. É un paesaggio interiore che rappresenta la dimora di un Budda. Secondo il sacro rito di iniziazione, bisogna prima meditare sul vuoto, l'assenza di ogni forma e identificazione, e poi lasciare assorbire la mente in questo vuoto. Una volta che la mente é immersa in questa natura suprema, si trasforma nel mondo fisico. Si richiede la visualizzazione interiore del corpo e del cosmo, per purificarsi e ottenere infiniti meriti. Quando termina l'estenuante profondo e preziosissimo lavoro, questo raro  e raffinato esempio di pittura viene abbattuto, facendo sciogliere la sabbia e con sé tutto il resto. Nello sciogliersi della sabbia è spiegato il senso della nostra vita, non.ha senso attaccarci a nulla perché nulla rimane in eterno, tutto passa, tutto è impermanente. "Trascendere la paura della morte realizzando che é solo un'illusione."

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.