Roma.

Neanche il tempo di recuperare  dopo infinite ore di viaggio tra l'india e roma che ho subito ritrovato nella gambe la voglia di andare.
Il primo istinto è stato di farmi due passi nel quartiere, gustarmi un cornetto col cappucccino, chiacchierare col mio amico mario, portare i vestiti di troppo alle associazioni, fare un pò di spesa e poi incamminarmi. Ho scelto il pigneto, le sue tranquille stradine coi nomi dei viaggiatori, scrittori, poeti e studiosi. Ho attraversato arco di travertino, torpignattara e casilina per poi spingermi dentro i colori dei murales, degli adesivi sui muri, dei giardini delle case basse.
Mi sono rilassato al bar Necci dove pasolini raccontava la sua Roma, la sua italia, il suo mondo. Ho osservato i volti diversi, gli incontri e le vite intrecciate, ho visti nello sguardo dei passanti un ruolo da attori nella parte di un film, mi sono immerso nei loro pensieri e ho sorriso felice sentendomi anche io attore di queste improvvise vacanze romane.
Ho ritrovato gli amici di sempre, il pub all'aperto, di sera e di pomeriggio, la partita a biliardo, i passi al parco, il volontariato in villa lazzaroni nel tentativo di recuperare un'area di verde prezioso per il passaggio di bambini e anziani, proteggere uno spazio giochi  rifugio felice dove far crescere figli e nipoti.
Sono stato con mia zia a rivivere i posti conosciuti nella prima infanzia, attraverso il mare di Fiumicino. Abbiamo ripercorso aneddoti, respirato le onde e assaporato un piacevole ritorno al passato.  Sono stato al teatro coi miei, al cinema con mio fratello, in edicola con tutta la famiglia, a prendermi un caffè dal mio amico, o da mia madre, ho vissuto in pochi giorni felici e spensierate vacanze romane,  in armonia con ogni incontro, ringraziando per ogni secondo, ogni saluto ricevuto, ogni sorriso. Ho rivisto Testaccio di sera, e mi è sembrato un quartiere sempre piu bello, autentico, antico e puro, non contaminato dai moderni affari.
I primi passi di questo mio ritorno a casa sono parte di un percorso che continua a vivere ogni cosa dalla parte del cuore, camminando senza pretendere, sulla via della pace.
Foto



Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.