Forte e felice.

 La bellezza di Roma in un pomeriggio di agosto. La libertà, come la bellezza della vita, è disarmante.



Il silenzio di questi giorni a roma riempie il cuore di bellezza.




L'atmosfera di pace, le nonne che accompagnano i nipoti a prendere la pizza, ik fornaio all'alba, le ville vuote, le strade deserte, la luce sui sampietrini, gli uccelli alle finestre, ogni angolo sembra un luogo visitato per la prima volta.



Me la godo a piedi o in bici.. attraverso il centro, le vie storiche.. in viaggio sotto i suoi balconi, sotto i suoi colli, sotto il suo sguardo sei invincibile, libero. 









Passo per piazza margana, piazza delle tartarughe, largo Argentina.. teatro Marcello, vuota, come in un film, quasi a svegliarmi dai pensieri, quasi a scuotermi attraverso lo sguardo austero di cesare, il dito prepotente di Augusto.





La poesia dei mercati di traiano visti dalla bici, i fori imperiali non sono mai stati cosi deserti. Piazza venezia, piramide, circo massimo.. cammino e ogni secondo,stando attento, mi godo il viaggio.



Ripenso a lei seduta in un angolo, quando c erano ancora le serate di radio rock, alla spiaggetta di Ostia.




Mille giorni di te e di me.. 




La sua mano calda stringermi, fino a stritolarmi il cuore, tra le vie di Calcata..




Il capello che scende sul collo, reso raffinato da un tatuaggio che ha le linee delle sue vene, cosi forti da attraversa

re il mondo a piedi.





La vedo su un muretto, li dove una dedica ha reso immortale il paesaggio di Rocca Antica.





 


La maglia a righe, il sorriso che disegna le rughe della felicità.



Lei, più affascinante del tramonto alle sue spalle , squarcia la scena e fa oscurare dallo schermo gli attori principali, persino la sposa viene dimenticata dagli sguardi intorno.





Il tappeto rosso lo srotola il cielo riflettendo l'ombra sotto i suoi piedi, che attraversano la spiaggia seguiti dalla scia luminosa dalle stelle, anche loro turbate da questo incanto.


"E non come adesso..nei sabato sera!!"


Sento il profumo delle dita che mi scrivono una lettera. 


Sento il rumore dello stereo che accende un sorriso e spalanca le ali al cuore.





Gli occhi.


Come fari, che rendono tutto più bello, posano la luce su ogni angolo del mondo.


Piegata, nel nutrire i cigni, lascia che il sorriso si posi sul lago di trevignano. Il sole esce dalle punte delle all star, i jeans prendono la forma delle nuvole, il paradiso si plasma in un corpo riempiendo l'intero universo.


La pelle, luminosa e liscia, perfetta come un vestito che calza sempre bene,


Attrae lo sguardo fino a trascinarlo via da ogni altra distrazione.



Gli odori del mondo, i volti, la terra e il cielo, ogni cosa perde forma, tutto si riconfina dentro un solo corpo.


Ci sono anime che sono sempre state tue.




Ciò che per sua natura ti appartiene, non potrà mai andarsene dalle tue narici, non potrà sparire dai tuoi occhi.




Oggi festeggiando mia madre, ho ammirato la luce del suo sguardo, la vitalità mentale e fisica, una curiosità brillante e un sentire sempre diverso, un affinato ricercare scoperte, un sempre più sviluppato interesse per qualcosa di nuovo. l'energia di una ragazza e il sorriso di una bambina che ancora si sorprende per lo sbocciare di un fiore, per i colori della montagna, per per un tramonto sul mare. ancora si meraviglia come da ragazza di ogni cosa che le propone la vita.  mi ha insegnato a godermi le cose,  a gustarmi la bellezza della vita. 










Ci sono giorni che raffinano lo sguardo, è come se esistono per ricordarti le magie della vita.

Una semplice giornata di mare. Un trenino fino a capocotta, un po' di amici che ti aspettano per farsi un bagno insieme.


Tutta la città è avvolta negli asciugamani a riva, i lettini uno sopra l'altro, io fuggo in acqua, nuoto per non tradire la libertà del mare. 


Racchettoni, beach volley, frisbee.. io preferisco una doccia fredda,una siesta al bar, un po' di musica e una leggera pennichella al sole. 


Al risveglio, la spiaggia ha ripreso il suo colore naturale. 


La ragazza a fianco legge, ascoltando lucio dalla. 


Un drink, due chiacchiere, riflessioni racconti e ricche risate. Consigli e confessioni, confidenze e silenzi, relax e aperitivi guardando un cielo che fiorisce mentre sparisce il sole.


Una luce d'oro che si specchia nel blu del mare, chiazze di bellezza poggiate sugli occhi, dipinti di un estate romana .. lucio dalla accompagna il tramonto mentre i ragazzi aiutano a tenere pulita una spiaggia libera sotto ogni forma.


Un bagno finale, proprio quando non c'è piu nessuno. 


Una pace fatta di silenzio, delicate note suonate dalle onde, la luce dell'acqua filtra in tutta la spiaggia, il mare sostiene i corpi che si lasciano andare in una libera giornata di estate.


Un fresco venticello, una passeggiata serale intorno al canale, chiacchiere intime, sulla pelle la sensuale carezza del mare.


Gli occhi brillano di una luce nuova, il cuore prende le forme del mare, le onde dei sentimenti si alleggeriscono finendo a riva.. ma lasciando tracce di amore ovunque.


La pelle, riscaldata dal sole, sa di estate.


La luce sui volti che si cercano e si sorridono, sono perle di conoscenza.


Le risposte ai mille perché sono nella meraviglia che proviamo lasciandoci andare alla bellezza. 


La vera bellezza è senza pensieri. 


























La musica che vibra, canta e danza nei nostri sensi è la magia della vita, è la via del mare, la ricerca di un amore, la luce che portiamo altrove.


Una persona che si toglie i vestiti del proprio ego, ha ripreso a curare i momenti, a viversi la vita, senza perdersi niente, ha ripreso a dire grazie.



Quando canti, quando balli o ridi.. senti che la vera poesia della vita è nel tuo saltare sotto la doccia..  a piedi nudi sulla sabbia, 

Nel tuo viverti un momento a cuore aperto, per donarlo all'eternità.


La tua strada è la bellezza, la tua casa è l'infinito, la tua forza è la felicità.






Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.