Monte livata.

 Un risveglio mattutino, colazione tutti insieme, in viaggio col fresco per un ferragosto in famiglia.


Arriviamo a subiaco, un caffè al paese e poi un giro nei vicoli storici. 




















Da subiaco ci dirigiamo a monte livata, a campo dell'osso parcheggiamo e iniziamo a camminare tra i sassi e la natura, circondati da boschi, alberi di noci, fragoline di bosco, monti Sibruini.


I miei trovano un posto all'ombra dove rilassarsi, io e mio fratello ci incamminiamo in cima per vedere il panorama dall'alto, respirare un aria rigenerante, farci coccolare da un vento cosi potente che stento a credere siamo a solo un'ora da Roma, dove c'è un caldo torrido difficile da sostenere.


In questi luoghi, tra piccoli borghi autentici e boschi, aria di montagna ed escursioni sulla roccia, la vita nella natura è un abitudine di tutti i giorni.













Ogni parco è una riserva naturale protetta, l'aria è pura,e si possono scegliere strade e sentieri per tutti i gusti.


La gente è semplice, cordiale, sorridente. 


Il turismo in questa estate unica e diversa dalle altre ha spostato l'attenzione verso luoghi naturali e vita nei boschi, paesi incantati e fermi, dentro una vita lenta, circondati dalle montagne.




Dopo un picnic allegro e spensierato, ricordando immagini della nostra vita, andiamo a farci un buon caffe con vista al campo dell'osso.


Relax, fresco e di nuovo in viaggio per terminare il nostro ferragosto nel borgo di Percile, altro paesino nei monti lucretili, dove ci rigeneriamo il respiro coi canti degli uccelli, il sapore di antico, il silenzio della natura.











Tra canzoni e racconti, tra borghi medioevali e camminate nei boschi, dopo una giornata di calore in famiglia, il cuore volge lo sguardo ad un dolce sonno nel viaggio di ritorno.



Una giornata in piena estate, andando piano, tra gli affetti e le risate, una vita pieno di sorprese e di magia  nel suo semplice ritmo naturale.



Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.