Chiedi e ti sarà dato.

pensavo di essere arrivato ad un momento della vita in cui potevo starmene seduto in pace  a vedere scorrere le cose.


Invece proprio quando pensi di essere arrivato nel punto dove hai sempre aspirato la vita ti strizza come un panno bagnato, ti sorprende proprio quando tu non avevi piu voglia di sorprese e ti sfida dicendo: davvero credevi di startene seduto lì senza far nulla? sei solo all'inizio di una lunga strada, hai ancora una tutta la salita da percorrere.


E io che credevo di essere già vicino alla cima!!!



Questo 2020 è stato un anno molto particolare. È iniziato in uno stato di sofferenza per la mancanza di un amore. Poi c'è stata molta solitudine, brevi viaggi .. giusto in tempo prima del covid.

 ci sono stati i mesi in casa, un gioioso recupero delle forze più profonde, il rapporto sereno con la famiglia, l'accoglienza del disagio e della chiusura con accettazione consapevole, la calma che ti offre consigli come un medico saggio.


Poi, in piena estate, ti arriva un messaggio che aspetti da mesi, lo aspetti ma non te lo aspetti. 


Internamente, le emozioni ballano al ritmo di una breakdance scatenata, la pace è scossa dalla tempesta dell'amore.






La vita, ti prende per il collo fino a farti sentire il dolore fisico, fino a scuoterti: apri gli occhi, spalanca il cuore.. smettila di dormire, di fuggire, svuota i pensieri, vivi!!!


Un bacio sa  regalare piu verità e saggezza di milioni di libri terapie e trattati sulle relazioni: arriva dritto al cuore, alle emozioni, al cuore delle cose, all'essenza di ciò che sei. 






La tua vita, è descritta tutta in quel bacio.


Un bacio fa bene alla pelle, all'umore, al sistema immunitario, sconfigge virus e paure, sveglia chi dorme, fa piangere in silenzio, fa toccare due anime, fa uscire dal tempo. 

per un attimo, indecifrabile e


infinito.. 




Ti fa sentire in cielo, parte del blu, parte della danza di ogni cosa, fumo dell'universo e spazio tra le nuvole.





Quando scendi da questo volo e torni coi piedi per terra, la mente ti serve su un piatto i pensieri e le paure di sempre.






Torno a stare solo, una lotta tra un me che frena e un me che vorrebbe..  un braccio di ferro che stanca e fa sudare.. fino a che, dopo una lunga attesa, non è lei a decidere al posto tuo.





Un 2020 tra emozioni e dolori, mi ha portato il certificato di insegnante yoga, mi ha portato la conoscenza di tante nuove esperienze, persone, lezioni online, al parco, agli amici.. una consapevolezza sempre più potente e chiara, una maggiore cura per le piccole cose.



Ho ripreso amicizie che avevo lasciato, ho trovato finalmente il coraggio di andare via di casa ed avere uno spazio mio. 


Il virus non ha inquinato  le bellezze che ci sono nel mondo e nelle persone. 






Anche se loro vorrebbero nutrirci di paura e numeri, non sanno che è l'Amore a nutrire i cuori, a salvare il mondo.









Ci spaventano con la morte solo se della morte abbiamo paura. Se invece conosciamo il frutto di questa esistenza, sappiamo che non può esistere senza la morte, che non può esserci nulla di negativo nella morte se ne scorgiamo la sua natura intrinseca; quella di essere un passaggio tra un viaggio e l'altro, un ponte dove saltare e proseguire, dove camminare per tornare alla fonte,all'orgine di tutto, di ciò che siamo.



Vista cosi, può mai spaventarci da vivere nel panico e nella separazione, pieni di collera e stress?


Viene Francesco a portarmi un regalo, libro che stavo cercando, e lui lo sa.



Colazione e due passi per collina volpi, zona silenziosa che adoro. Vado a prendere il regalo per mio padre che domani festeggia, faccio la spesa e vado a fare i capelli. Il barbiere è simpatico, scherzo con la figlia che mi fa ascoltare la Pausini e sorride.



Ho tutta casa per me. 











Mi rilasso tra un film, un libro e un po' di yoga. 


È un Natale strano. 


È ancora più bello apprezzare le piccole cose quando tutto sembra distante e irraggiungibile.
























Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.