DALAI LAMA

Sono riuscito a passare finalmente i controlli e arrivato alle transenne mi sono fermato in scalpitante attesa. La gente intorno sorrideva solo al pensiero, chi meditava, chi si abbracciava per far muovere le emozioni. Ho sognato da anni di arrivare fino a qui, il luogo buddista per eccellenza, il cuore spirituale tenuto in vita da Sua Santità il Dalai Lama. Ho letto tanti suoi libri, ho visto tante interviste e l'ho anche seguito in italia, ma vederlo qui, nel rifugio indiano che ha permesso al Tibet di restare in vita, lontano da casa, è un' altra storia. Ho aspettato anni questo momento e me lo sono goduto con intima gioia: ho guardato i monaci più anziani sorreggerlo ad ogni passo, ho ascoltato la sua voce a pochi passi da me ed ho sorriso con infinita gioia al suo "good morning" verso me e le persone al mio fianco. Appena ha varcato il cancello ha subito scherzato con gli invitati, poi si è incamminato senza dimenticare neanche un angolo del corridoio di passaggio, ha sorriso e salutato tutti ma ciò che più mi intenerito é stato vederlo giocare ad ogni richiamo di un bambino, piegarsi verso di loro e svincolarsi dalle prese dei suoi assistenti. Chiamava chi riconosceva, abbracciava con affetto piegando la testa con estrema gentilezza, guardava tutti e  sembrava divertito da ogni cosa. Più che un anziano stanco mi è sembrato un Lama ancora incantato dalla vita come un bambino. Ed ha continuato a giocare, anche quando la conferenza ha preso la via delle discussioni serie, sulle emotività dei bambini, il carattere sociale e pedagogico della meditazione, la strada di un insegnamento proiettato alla cura delle emozioni e della condivisione. Lui ha parlato poco, ogni tanto ha annuito e, cosa ancora più illuminante, ha smorzato le spesso pesanti dietrologie con risate e battute liberatorie. Un maestro che sa ascoltare, ma soprattutto ridere e gioire. Una persona gentile, un' anima semplice che in pochi minuti davanti ai miei occhi mi ha saputo regalare infiniti momenti di pace.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.