Un Guru umano.

La luce del Gange rifletteva sulla sabbia, sul cielo, sugli abiti dei Sadhu, sui rafffinati sari delle donne indiane avvolti  nel colore del tramonto, il mantra Govinda Hare saliva in alto fino a toccare le vibrazioni di ogni cuore, seduto lì, in attesa di luce. La luce era nei suoi occhi, nel suo sorriso.
Mi sono avvicinato:
" quando ti sento parlare, mi sembra tutto semplice. Poi la mente rende tutto più difficile."
La sua risposta sfiora il vento dopo lunghi attimi di silenzio:
" esatto. Quando sei qui e mi ascolti tutto diventa più chiaro. Poi quando te ne vai torni a seguire la mente. Perché? Perché siamo abituati ad essere schiavi della mente, invece la mente va domata. Dobbiamo diventare noi i padroni. La controlliamo,la teniamo in pugno, ogni tanto le portiamo il caffè. Utilizza questa opportunità per la tua vita. Non dare più retta alla tua mente, segui il tuo cuore." È un maestro tedesco, discepolo di un Guru indiano. Gira il mondo, porta il sorriso nelle mani di tutti ... " é importante essere qui, tu sei un diamante puro. Devi capire che tutta la storia della tua vita in realtà non esiste. Esiste solo la chiarezza della mente. " È l'unico, qui a Rishikesh, dove mi sono fermato, l'unico di cui mi fido. Senza chiedere soldi, con fare semplice e occhi umani, attraverso il suo silenzio ho trovato un fiume che scorreva senza tempo, ho visto la verità galleggiare davanti ai miei occhi. Madhukar, discepolo di Papaji, ha salutato tutti così: " Su questa sabbia ha camminato Budda, Gesù, il mio Guru e krishna. Ora siete seduti sui loro stessi passi, sta solo a VOI  fare della vostra vita una traccia che lascia il segno."

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.