L'India che piace a me.

Quando esco dai ritmi occidentali e mi fermo con gli indiani noto che il loro fare si concilia col mio essere. La loro quotidianità mi trasmette una pace tale che trovo ci sia molta più vita nei loro semplici passi che nei nostri frettolosi giorni. Mi incanto Quando osservo i volti delle donne mentre piegano i panni o si chinano verso una ciotola, quando lavano i figli al gange o mangiano con le mani, mentre sorridono tra di loro e lentamente stendono maglie per il cucito, quando impastano il pane, macinano, vendono piccoli oggetti fatti a mano, maneggiano il curry dai mille colori, massaggiano il marito, dipingono le mani, servono tè e siedono coi figli, quando donano frutta alle mucche, quando portano il riso sulla testa e raccolgono i frutti in terra. quando osservo gli uomini costruire aggiustare preparare e  inventare con preziosa calma e spiazzante pazienza, oggetti di ogni genere che raccontano una vita così ricca di varietà e creatività, così ingegnosa e genuina, una semplice arte del vivere insieme, creando ciò che può essere utile a tutti per vivere insieme nello stesso mondo. É un mondo piccolo che accoglie tutti, gentile e disponibile, che non ti esclude mai dalla loro quotidianità ma la difende con tenerezza e  amore.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.