un viaggio fino in fondo.

A fine anni 50, il Giappone ha regalato all'italia, come segno di amicizia,  2500 ciliegi orientali, i Sakura.

un evento che ancora si puo' riconoscere nella Passeggiata del Giappone, un vialetto  che circonda il laghetto dell' eur, a Roma.

Questi fiori, rappresentano la breve e luminosa vita, la caducita' delle cose, la fragilita' e la bellezza dell'esistenza. Muoiono quando sono nel pieno del loro splendore ..lasciando in terra il ricordo del loro profumo e il colore del loro passaggio.

Sono simbolo di buon auspicio per gli studenti che si accingono a prendere una laurea, sono simbolo di rinascita e purezza, di sacrificio come un samurai che dedica la sua vita ai suoi ideali.

sono stato al laghetto per vedere da vicino un angolo di giappone splendere nel verde dell'eur, passeggiando immersi nei petali dei sakura .

un'esplosione di colori e luci, tutta la freschezza della primavera  raccolta al centro del parco.

il risveglio, la rinascita, il ritorno del sole. Vedo bambini correre e donne remare, il cielo brilla e la gente cammina allegra mentre tutto rinasce, ritorna vivo.

cammino e scatto foto, i ciliegi dominano il panorama, si perde lo sguardo nei fiori che si piegano verso l'acqua e salgono su in cielo.

l'atmosfera e' rilassata, una nuova energia muove i muscoli degli atleti che si sfidano in acqua, le coppie sdraiate sull'erba, le foglie e i fiori.

un solstizio orientale che festeggia l'inizio dopo la fine, lo splendore della rinascita.

il sole torna a scaldare la pelle e ad abbronzare i volti sorridenti, illumina e protegge.

una passeggiata fotografica in compagnia dei miei amici fotografi e delle loro deliziose famiglie.. mentre torno verso casa con la mente vago insieme ai miei passi e sfoglio immagini della mia vita.

                    .....

e poi fai un viaggio ..  un viaggio forse iniziato all'eta di 22 anni in Belgio, un anno di volontariato per andare oltre quel mio piccolo conosciuto che non dava risposte alla mia inquieta irrequietezza.

da li e' iniziata una comprensione piu alta delle cose, una comprensione diversa di me, del mondo, una conoscenza nuova della vita e delle relazioni, del senso piu profondo di ogni nostra scelta.

e' iniziata li la sfida alle mie paure, la battaglia per un riconciliarsi con la vita.

poi 10 anni fa ho fatto un viaggio in Asia e da li non ho piu smesso.

una camminata lunga, attraverso gioie e dolori, passato e sbagli, legami e vincoli, liberta' e scoperta.

una lunga e impegnativa salita per arrivare in cima al piu  atteso dei traguardi, la pace assoluta.

attraverso il perdono ho scoperto che cos'e' l'amore.

numerosi incontri, storie, esperienze ... una viaggio dentro di me alla ricerca della felicita' . milioni di anni e infinite vite si sono ritrovate davanti alla stessa porta di casa.

" vai fino in fondo " mi sono detto un giorno, " stavolta non tornare indietro. "

una viaggio che valga la pena, che valga la vita.  

ridursi a dormire senza un letto, coperto da un sacco a pelo, circondato da zanzare e due soli occhi a guardare il cielo, unico tetto del mondo. Senza luce, senza riscaldamenti, senza soldi, senza igiene, senza acqua. ridursi all'essenziale e trovare l'essenza di tutto.

un viaggio che non porta risposte e' come un quaderno lasciato in bianco.

la ricerca necessita di appunti, impegno, camminate, obiettivi, cuore, coraggio, accettazione, osservare osservare osservare.. non con il tuo punto di vista, osservare senza esprimere giudizi, semplicemente osservare.

lavoro interiore, studio, ricerca, ascolto, fatica mentale e fisica,  sforzo, apertura del diaframma e del cuore, umanita', vita. Pura, immacolata e senza sconti, vita.

ho iniziato a vedere vita nelle persone, nelle parole, nei nuovi incontri, oltrepassando i giudizi, scavalcando aspettative e pregiudizi, mangiando il passato come fosse polvere, fregandomene del futuro, guardando solo all'immediato presente. Perfettamente integrato nel secondo che e' gia' passato, catturato dal fuggente attimo che ti illumina gli occhi e li fa diventare diamanti.

una specie di pensione da cio' che sei sempre stato, decidi di troncare con il tuo Te Stesso come fosse il lavoro che non hai mai desiderato.

Non e' nei soldi ne' nel successo,  non si e' importanti quando si viene riconosciuti, lo si e' quando ci si scopre illimitati e unici, quando si diventa quello che si e'.

il sorriso e' il vero tesoro di una vita intera spesa a cercare il diamante d'oro. Quando lo hai raggiunto, non c'e' piu' paura del futuro, nessuna preoccupazione del lavoro o della salute, non ti spaventa piu morire, ti spaventava molto di piu non vivere.

e' come farsi la doccia: ti scrolli di dosso lo sporco di una giornata intera con pochi secondi, poche gocce ripuliscono gli sbagli di una vita.

tutto viene via: passato, paure, illusioni, condizionamenti esterni.. tutto si scioglie appena fai il salto, tensioni durate anni, blocchi di una vita, maschere e finzioni, si srotola nel nulla il superfluo quando trovi l'essenziale. 

anche in mezzo al grigio  passaggio di uomini d'affari puoi notare bellezza anziche' stress.

il sentiero del tuo scorrere a piedi sopra i secondi, attraverso villaggi e giorni, sguardi e ricordi, si snoda ricco di sorprese e sconvolgimenti. tutto ti appare nuovo quando lasci andare ogni pretesa.
il momento della morte e' sempre incerto, non conviene rimandare quello che possiamo fare adesso.

evitare l'infelicita' non ci portera' la felicita'.

ho trascorso giorni seduto al fianco di uomini anziani, in silenzio, davanti ad un te'.
Ho vissuto in villaggi, dormito in piccoli buchi nel bosco, conosciuto membri di etnie di montagna, e poi lavorato in uffici dentro involucri giganti e vuoti.

Ma ovunque, ho potuto riconoscere umanita', speranza, attesa, disperata voglia di pace.

qual'e' la strada piu' giusta? la via piu' corta, il sentiero nostro?

e'come mettere un giubbotto che protegge dal vento, possiamo reggere l'urto del disagio e della scomodita' solo se ci fermiamo a conoscere quali necessita' sono reali per la nostra felicita'.

possiamo disabituarci alle necessita' che non erano necessarie e scoprire che aldila della tua zona di comfort inizia la vita.

semplici donne di paesi poveri  mi hanno invitato in casa per passare un po di tempo insieme, bambini senza vestiti mi hanno rincorso per tutto il tagitto solo perche avevo donato loro un sorriso, un gioco, una penna.

un villaggio in india, una scuola in birmania, una casa in srilanka, un mucca in strada, un cane di un rifugio, un monaco sul monte, una scimmia sopra i templi, un santone sul Gange o un Guru sulla spiaggia, passiamo attraverso l'altro per trovare noi stessi, per trovare nelle lacrime di un dolore la spinta per uscirne.

cammini e chiedi al cielo una spiegazione, ripassi la tua vita e cerchi un nesso tra ieri e domani, tra te e il mondo. Il karma e' una legge che fornisce piu informazioni di un notiziario, basta seguire fino in fondo se stessi per capire quello che ci accade, le risposte sono davanti i nostri occhi in ogni istante, quello che cerchiamo e' dall'altra parte della paura.

ho vissuto il mio tempo al fianco di tanti amici, conoscenti, viaggiatori e insegnanti, donne amiche e amanti, compagne di viaggio e di vita, mamme zie e nonne.     

ho conosciuto l'uomo in mio nonno, mio padre e mio fratello, in me stesso e in un me diverso.

il male che fai potrebbe costarti la felicita' nella prossima vita. 

ho conosciuto diversi me che lottavano tra loro fino a fondersi nell'unico me che non aveva nessun nome.

non ho nessun nome, respiro insieme all'altro, sono nel respiro dell'altro, sono il respiro dell'altro.

il mio obiettivo e motivo di esistere si chiama AMORE.

non ho altri vestiti da mettere.

l'amore quando ti trova lo senti danzare dentro ed ha il sapore del cibo che hai sempre desiderato.

balla, ride, ed ha la voce del mondo.

un mondo senza bandiere, ne confini, UNO.

e' una musica sola, una sinfonia senza tempi, un' orchestra di fratelli, una grande famiglia, una casa senza porte, una terra senza muri, per tutti. una grande interminabile anima.

Questo e' il frutto di un grande viaggio, la fine di un percorso diventa l'inizio di tutto.

Questa  per me e' la cima di una scalinata iniziata 10 anni fa, o forse prima. una fatica vissuta insieme all'altro, dentro me stesso, piegata da una spasmodica ricerca della felicita' senza ritorno.

non esiste vecchiaia e malattia che possa sminuire una gioia cosi, non puo' ne il dolore ne la paura intromettersi piu,  nulla puo' far vacillare la beatitudine che ha sconfitto ogni egoismo.

in questo vasto spazio aperto il magnifico altare di un sogno diventa reale e si puo' toccare.

la conoscenza vera e' quando la tua anima rifiorisce come un loto.

il senso della mia vita l'ho trovato nel mio profondo, dentro lo sguardo del mondo.

l'amore soffia sulle lacrime dell'altro, spazza via la paura di un bambino, accarezza il tormento di un anziano.

la nostalgia non e' di quando eravamo spensierati, ma di questo preciso momento, un grande singolo istante che va bene, cosi com'e'.

Essere adulti non vuol dire dimenticarsi che la vita e' un gioco da vivere con gioia e allegria.

quello che impari dal dolore e' la via per raggiungere la piu' alta gioia della tua esistenza.

ogni scelta, se versata dal cuore, e' una scelta giusta.

L'amore sconfina, ti strappa ogni dubbio, divora tutto di te stesso e ti completa insieme all'altro.

Tutti noi abbiamo il dovere di essere felici. 

la bellezza della vita inzia quando chiudiamo gli occhi alle paure e ci godiamo il respiro del mondo.

treni, pullman, barche, moto, bici, case e alloggi, cammini in Italia e Spagna, in montagna e al mare, soggiorni in monasteri e comunita', ecovillaggi e ashram, Cambogia, Laos, Sri Lanka, Birmania, India, Nepal, Tailandia..    le avventure di una vita non servono se non portano con se' crescita e una nuova consapevolezza,  comprensione insieme ad emozione ed esperienza. in ogni nuovo incontro conosci un nuovo te.
\
quando spalanchi gli occhi la bellezza ti attraversa. Il dolore e' parte del bene, se ci entri dentro ne esci contento.

Il mondo sei tu. Non e' qualcosa di lontano, da subire. E' questo momento, da vivere.

E' nelle tue mani, ci e' stato donato per ammirarlo e viverlo, con gratitudine e gioia.

E' l'amore dell'universo, qualcosa di cui essere grati e non di cui aver paura.

Felicita' e' seguire la tua vocazione, il tuo talento scorre dentro di te, ascoltando te stesso imparerai ad ascoltare l'altro, e qualsiasi sia la tua strada, o il tuo lavoro, la tua migliore qualita' sara' farlo con amore.


  

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.