Cara vita.

cara vita,

ho visto persone in punto di morte sognare di darti un bacio.


Se fossi al buio, cercherei la luce del giorno.

Se fossi da solo nel deserto, sognerei l'ombra, gli alberi, il vento, l'acqua.


ho visto detenuti chiusi in una cella, guardare una fetta di cielo e sognarsi tutto il resto.

le nuvole, l'alba e il tramonto.  il sole e la pioggia, la nebbia e la tempesta.

ho visto mariti correre via da un letto di ospedale per tornare dalla donna amata Per Sempre.

figli andare incontro ad una mamma per abbracciarla.

ora che vanno di moda i followers, ho visto amici ritrovarsi al muretto, senza dirsi niente, ridendo di gioia.

ora che i cellulari guidano le relazioni, ho visto bambini scegliersi un libro.


 visto anziani rimpiangere le cose non dette, le corse non fatte, i baci non dati.

ho visto malati sognare la salute dentro una vita semplice.

ho visto bambini in mezzo al deserto in cerca di un sorso di acqua.

ho visti uomini in strada sognare una casa, un pasto caldo, un letto comodo.

ho visto la bellezza quando ho capito il dono della vista.

ho imparato a sentire il silenzio, i suoni del giorno, la magia della notte.

ho visto persone soffrire per non avere il dono della parola.

ho visto persone lontane, sognare di tornare.

ho visto persone sole, sognare un amico.

persone senza un bagno per lavarsi.

senza una coperta per proteggersi.






Se vivessi in strada, sognerei un tetto, un pasto caldo, un letto dove sognare e rilassarmi.

Se fossi senza cibo, sognerei una briciola di pane.

Se fossi muto, sognerei un dialogo sereno sotto gli alberi, sui muretti, lungo il fiume, parlerei  per scoprire nuove parole e nuovi pensieri, parlerei di amore, parlerei per migliorare le persone.

Se fossi sordo, sognerei un concerto all'aperto, il suono delle onde,  il cinguettio degli uccellini, il rumore del vento, l'emozione di un Ti Amo, sognerei tutti i brani del mondo, in tutte le lingue.

Se fossi senza lavoro, sognerei zappare la terra, pulire le strade, accudire animali, curare il mondo, non solo per avere un soldo, ma per metter in gioco il corpo e l'anima.

Se fossi in un letto di ospedale, in una casa di cura, in un luogo senza uscita.. , sognerei la vita. La gioia delle piccole cose, la fortuna di poterle vivere, assaggiare, assaporare, sentire, curare.

Se non fossi vivo, non potrei mai pensare al paradiso, non potrei mai godermi il panorama ogni mattino.


Se fossi malato, sognerei la salute, il respiro calmo, il profumo dei fiori, la resistenza fisica, la capacità di alzarmi muovermi correre e camminare.

Se fossi senza gambe, sognerei una corsa al parco, senza vista sognerei di incantarmi davanti al paesaggio.

Cara vita, se non avessi piu tempo, rimpiangerei ogni secondo perso senza essere felice. Senza aver chiesto scusa e detto grazie, ti amo, perdonami, ti voglio bene.

Se non avessi più elasticità nelle mani, sognerei di scrivere una giornata intera.

Se non avessi un soldo ne una casa, sognerei un gelato al centro di Roma, un cinema di pomeriggio, un tetto dove rilassarmi e ascoltare musica,leggere un libro e guardarmi un film.

Se fossi senza pelle, sognerei un abbronzatura dorata.

Se fossi senza denti, sognerei di sorridere sempre.

Cara vita, ogni giorno mi offri milioni di doni, milioni di occasioni per sentirmi grato, fortunato e felice.

Ogni volta che ci lamentiamo per ciò che non abbiamo, dovremmo ringraziare per tutto ciò che abbiamo.



Cara vita,

Con gli occhi di un fanciullo incantato ti guardo ogni giorno come una sorpresa nuova, una meraviglia che mi lascia senza fiato.

Se fossi arrivato alla mia fine, sognerei la vita, sarei felice per tutti coloro che ancora possono incantarsi, pregherei perché restassero grati.



mi piace pensare che ogni secondo che vivo e' un ostacolo che ho superato con grazia e dolcezza, con quella serena accoglienza degli eventi che hanno un perche molto piu profondo di cio che vediamo.

mi piace osservare le cose piu piccole come dei favolosi istanti di luce.

mi piace perdermi mentre ti comprendo, mi piace arrebndermi mentre ti contemplo.

tu, come una donna che cammina sopra le righe dei nostri pensieri, mi fai addormentare quando ascolto le tue poesie.

non riesco a smettere di scrivere quello che vedo,  perche ogni giorno mi regali colori diversi, matite nuove, quadri che non avevo visto, luci e sguardi a cui non avevo fatto caso. 

mi regali odori  nuovi ogni giorno, ogni momento cambia il mio corpo e la mia mente, ogni istante una parte di me muore e ne nasce un altra in attesa di un altra.

Ogni notte e ogni mattino ti ringrazio per tenermi in piedi. 

in piedi sulle rovine del mondo.

la paura di morire ci fa perdere la magia del vivere.

la paura di soffrire ci fa perdere l'occasione di gioire.

ogni volta che presto attenzione, che seguo una tua luce, ogni volta che guardo quanto dolore scorre tra le persone,

mi ricordo dei quei detenuti che ora farebbero kilometri a piedi per abbracciare una moglie, una mamma, un figlio, un tramonto sul mare, un caffe sotto casa.

mi ricordo degli anziani soli, dei poveri senza cibo, dei malati in ospedale, di chi attraversa mari per trovare un lavoro, un semplice tetto o solo un soldo.

ogni volto che seguo un pensiero..   torno indietro, giro l'angolo...  e torno ad ammirarti.






  " E vai e vai che presto i giorni si allungano e avremo sogni come fari
Avremo gli occhi vigili e attenti e selvatici degli animali ... "












Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.