Lasciare il cuore a Vindravan

Le persone incontrate anche lungo la strada mi hanno fatto apparire tutto molto umano e genuino, ho potuto vedere in un simpatico driver dei risciò un guru che aveva da insegnarmi molto di più dei tanti che vengono mostrati ogni giorno. La gente ti invita sempre a sedersi con loro a bere un chai o a mangiare frutta, senti il calore ovunque e cominci a credere che qui l'energia è diversa, anche chi non é consapevole del proprio cammino qui a vindravan ti ofrre un umanità che ti fa venire voglia di restare. Questa ultima sera ho visto una città che si muoveva a passo di danza tra scimmie collane di fiori e musica da tutte le parti: il famoso Holi Festival! Abbiamo cantato, ballato e riempito le nostre facce di colori. Me ne vado tra i volti dipinti e gli sguardi incantati, templi al tramonto che sembrano di un mondo scomparso. Un semplice indiano del posto é venuto a salutarmi prima della partenza, mentre stavo per andare mi rincorre per darmi un abbraccio cosi forte che l'ho sentito fino al cuore. Ho conosciuto un guardiano che ha illuminato ogni mio risveglio col suo sorriso in pace col mondo, un cantante che mi ha reso leggera ogni dormita, un cuoco che ballava mentre cucinava, una signora che recitava mantra e decorava il tempio con le ghirlande. Un amico del cile, dopo tanti giorni condivisi insieme mi fa: " Valerio, non pensare mai che il tuo lavoro sia noioso, ogni vita è interessante. I ricchi si annoiano e sprecano il loro tempo. Tu hai bisogno di qualcos'altro. Vedi, il capitalismo ha distrutto la principale ragione dell' esistenza, ha oppresso la gente forzandola a pagare, spendere, studiare per un lavoro che poi non ci rende mai felici. La via spirituale non parte da Dio, ma da una ricerca della bellezza, da una mente originale, da uno stile di vita sano, che si ribella al sistema vivendo di amore." Mentre torno in camera, trovo Bridge, il cane che i volontari hanno chiamato così perché trovato sul ponte, proprio l' ultima sera mentre andavo a lavarmi è entrato di nascosto e si é accucciato sotto il letto. Ho conosciuto cosi tante persone che molte le dimentico, c'è un mondo che si muove, cerca, sogna, vive, ha sete di conoscenza e di conoscere gli altri. Lo scambio che si ha con gli altri è un semplice invito alla vita. La musica, il caos, i sorrisi, la spontaneità, i riti, la devozione, l'armonia, la pace, i canti, i balli, i fuochi, i templi, il fiume. Un energia magica.. da perderci il cuore.




Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.