Krishna Lord!

















oggi ho escogitato un trucco per non farmi esplodere la testa dai tuc tuc: le cuffiette!!! cosi tra Rino Gaetano, Bob Marley e Sonny Rollins mi dimentico di essere in una delle strade più caotiche della mia vita e mi godo una passeggiata divertente e piacevole. Scopro un Lhasa market dove i rifugiati tibetani vendono i loro bellissimi vestiti tradizionali, altri per il trekking o una semplice uscita. Gli occidentali HARE KRISHNA sembrano quasi infastiditi nel vedere stranieri in viaggio. Negli anni ho imparato una grande lezione viaggiando: ogni posizione rigida, ogni preconcetto senza conoscere, é piu una debolezza che una forza nel proseguo di un cammino spirituale. Preferisco la libertà degli indiani, che vestono come vogliono e non guardano che abiti indossi, ma chi sei, cosa cerchi, cosa hai da dire, cosa senti. Entrare nel tempio di krishna a Mathura è un esperienza entusiasmante. Qui si venera il luogo di nascita di krishna, quindi la sicurezza è tale che non mi fanno passare neanche il cellulare. Un complesso animato da scimmie, che sono sempre dispettose, ma vederle cosi libere saltare da un albero all'altro mi riempie di gioia.. se penso alle torture che continuano a subire per permettere all' uomo di sperimentare tutto, anche i gas delle automobili!! Una follia che mi fa rabbrividire  al solo pensiero. Entro nel tempio con gli indiani, che intonando cori da stadio al grido di krishna si affrettano in massa verso l' immagine divina. Un tocco di campana, poi una mano che tocca lo scalino prima di entrare; Si fa il giro dell' altare e poi ci si siede tutti insieme. Una porta si apre per mostrare Krishna brillante e luccicante di oro e collane. L' esultanza dei fedeli é impressionante, ripetuti cori seguiti da applausi rendono l' atmosfera magica. All' esterno incise sul muro gli insegnamenti spirituali, l'invito ad una vita saggia libera dai condizionamenti materiali come scritto nella Bibbia indiana, la Bhaghavad Gita: "un uomo che si accontenta di ciò che ha ottenuto e non é piu schiavo del desiderio di avere sempre piu denaro, è un uomo salvo dalla sofferenza e dall'incessante ripetersi delle rinascite." L immagine dall' alto del tempio offre una visuale sui tetti semi diroccati di mathura, abitati da scimmie mai stanche di zompettare. Mi siedo e mi godo questo mistico silenzio che mi trasmette una beata pace. Mi danno una pashmina con la scritta Radhe Krishna, la rappresentazione del sentimento dell'amore che connette un essere vivente col suo creatore.Gli uccelli sopra l'immagine di Shiva e i canti devozionali dedicati a govinda mi riportano alla canzone preferita di Tiziano Terzani ... e mi lascio travolgere dalla magia di questo momento.

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.