Ritiro spirituale

Sono arrivato a vindravan, culla rifugio e cuore pulsante di tutto il mondo hare krishna. La città é veramente bella! Mi colpisce subito per i suoi colori, le case, l'energia delle strade, il ritmo, la simpatia delle persone. È antica, sembra di vivere un film anni 70'. Ci sono tanti occidentali e stranieri di ogni dove arrivati qui e mai più tornati indietro. Mi affascinano le loro storie, il loro cambiamento così radicale e in così poco tempo, raccontato con occhi gentili e sorriso gigante. A volte li vedo girare per le vie che sembrano persi, ma persi nel senso bello, in pace. A volte li vedo cantare, distribuire libri, girare per i più di cinquemila templi della città. Tutto ciò che si vive a vindravan, ogni via, ogni incontro, ogni storia, riporta a Krishna. Si canta il suo nome così tanto che la notte ormai mi accompagna nel sonno. É una zona che brilla di spiritualità. Chiunque incontri, dal venditore di giornali a quello delle bibite, non dice buongiorno namastè o grazie, sempre Hare Krishna. Ma sono molto gentili in questa città. Sono nella parte vecchia e qui  è tutto ancora più intenso. Sono in un Ashram, e le ragazze che ci vivono sono tutte del mondo sudamericano: Argentina,brasile, cile, colombia equador. Una é qui da un anno, una da 4 mesi, una da 6 anni, e chi vive in Ashram da 12 anni. Una ragazza colombiana lavorava per una azienda americana, poi ha sentito come se non stesse facendo la sua vita ma quella di qualcun altro: " è come quando ti danno un cioccolatino che costa poco e poi assaggi quello più caro! Una volta provato vuoi sempre quello,ma per averlo servono soldi, quindi tanto impegno e non sempre é facile." La donna argentina con un sorriso gentile mi dice che sembro indiano, poi con occhi divertiti va dritta al cuore delle cose:" ma cosa sono i paesi di provenienza, veniamo tutti da un solo paese, viviamo tutti nello stesso mondo, é uno solo il paese da cui veniamo." Un altra, sempre colombiana, insegna yoga. La sua scelta di cambiare vita é stata per colpa della bhagavadgita. Alcuni passi del verso sacro per gli indiani, hanno colpito dritto al suo cuore e ormai da 12 anni vive solo in Ashram

Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.