Occhi amorevoli.

 Mia zia ha 90 anni, è caduta tante volte, con la forza di una guerriera e un amore sconfinato per la vita, si è sempre rialzata. Ridendo e giocando, divertendosi.


Sono andato a trovarla in una clinica dove per l'ennesima volta è ricoverata: la tocco, la stringo, la abbraccio, scherziamo insieme, lei perde frammenti di ricordi, è confusa.


Poi, le apro la mano, le porgo un rosario da tenere con sé. 


Vado a parlare con le infermiere, chiedo informazioni sui panni e sul telecomando che non le è stato dato. Quando torno, lei sta legando il rosario al polso.


" guai a chi me lo tocca!"


-ti voglio bene zi!!


Valerio, devi sapere una cosa. Quando eri piccolo, ti vedevo correre per il corridoio come un matto, e io ridevo a guardarti. Poi, vennero altri bambini a darti fastidio.  E dicevo.. " ma guarda sti stronzi, perché non lo lasciano in pace?"


Devi sapere una cosa, bello de zia, tutti i posti sono uguali. ovunque andrai, non lo dimenticare."


Me  la bacio,la abbraccio, e scoppio a piangere. 


A zi, come  so questi? 


- stronzi!





L'amore, ti addolcisce il cuore.





Un fiore, quando si allontana da te, non perde il suo profumo, la sua bellezza, continui ad amare la sua luce anche quando vola per altri prati.





Così, è l'amore. 





A volte, non accettiamo che chi amiamo scelga altro da noi. Come se, quello scegliere altrove, sia un male.


Ma il vero amore, brinda alla felicità di chi ama, non guarda a sé, guarda all'altro. 


Se guardi ai tuoi bisogni, ami solo te stesso. Se invece ascolti il cuore, il sorriso ti concede nuovi spazi, nuove emozioni, non sei piu tu a dover ricevere, sei tu a gioire per una nuova strada che si apre nel cuore di chi ami.






Quando diamo retta al nostro orgoglio, l'amore scompare, pensiamo di essere feriti perché attaccati al nostro io, al nostro corpo, alla nostra vita e al nostro bisogno di ricevere. 

L'amore se ne frega,  comprende che il nostro bambino interiore è caduto nelle vecchie trappole di un io ingombrante che ogni tanto si riaffaccia per ostacolare l'eterno sbocciare dell'anima, libera e in pace, gioiello di puro splendore. Antichi automatismi mentali, meccanismi nocivi in cui ci siamo abituati a sguazzare, tornano a farsi vivi, e la tentazione di tornare a ciò che conosciamo anziché a ciò che ci libera, è cosi forte che è molto più comodo cascarci dentro.





Le relazioni sono un eterno banco di prova per vedere se abbiamo ancora residui di Io ad ostacolare il nostro infinito amore che abbiamo dentro, impaziente di donarsi al mondo.

E chi ti è vicino se ne accorge, ti chiamano dall'altra parte di Roma solo per sfogarsi, ascoltarti, o solo confidarsi.

Un'amica ti manda un messaggio di mattina con scritto " i need you." E l'amore che fa, lascia gli impegni con gli amici perché sa che in quel momento ha una responsabilità: deve scaldare il cuore di chi ha bisogno.

La via dell'amore è come la via del mare..



 

Appena vedi la luce delle sue onde, splendi, torni a brillare come un bambino che rincorre un aquilone. 





Anche da lontano ne senti l'odore, anche da lontano ne senti il richiamo. 





Siamo qui per tornare in acqua e specchiarci in quella splendida avventura che è la vita.






Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.