Santa voglia di vivere.

 

Cammino a piedi nella natura, ritrovo la mia essenza, il mio vivere nel mondo accogliendo tutta la bellezza di ciò che vedo come quando si raccoglie da terra un diamante prezioso.


Solo, a piedi, tra gli alberi. 







Pochi giorni, fantasticando tra i borghi antichi, affacciarmi sopra i fiumi e le valli, e sentirmi ancora bambino, stupito di ogni cosa. 




Finché lasci un po' di meraviglia dentro i tuoi occhi, sei salvo.






Cammino nel parco che porta al Borgo di chianciano, guardo la straordinaria esperienza di una vita tranquilla. Mi rilassa questo fare lento, questo andare piano, questo vivere semplice.


Questo stare con me stesso è nutrimento per il mio corpo e il mio cuore. La mente, quando è intrappolata nella meraviglia, non ha capacità di ribellarsi, non riesce a sferrare pensieri, a rubarti quest'attimo portandoti indietro nel passato.


Mi metto al servizio della vita e lascia cadere ogni cosa, ogni peso se ne va col vento. Mi prendo l'aria e la luce, metto tutto negli occhi e lo lascio scivolare nel cuore. Se non sei grato a questo momento,cosa stai aspettando? Te lo sei mai chiesto?


Giungo a termini, alla stazione sento il brivido di un ragazzo che torna dai suoi primi viaggi, si guarda intorno, ogni colore ha la sua unicità, la sua vita.


A volte, la vita ti porta a rallentare, altre ad inchinarti, altre a fermarti.


Ci vuole tempo perché un sogno prenda il suo spazio e cresca fino a diventare realtà. 


Tante immagini fanno di noi una strada grande  piena di vie che si intrecciano. 


Ci vuole una dolce gentilezza per capire cosa ci sta spiegando ogni giorno, la vita. 


Finché restiamo arroganti e pretendiamo di sapere, resteremo delusi. Se invece ci arrendiamo, se molliamo la presa, sapremo scorgere infinite gioie sul nostro cammino. 


Stamattina al parco ho cercato il sapore del silenzio, perché tornare in città dopo giorni di verde è come accendere la tv nel mezzo del sonno!!


Ci sono desideri puliti che riguardano tutti.. oggi una signora del palazzo mi fa: io non voglio fa la guerra a nessuno, io voglio solo la pace!!


Ho ancora negli occhi lo sguardo di quelle signore su a castiglioncello, chiuse dal mondo in un piccolo angolo di un antico Borgo, eppure in piedi e serene, senza troppi affanni, senza dover rincorrere il tempo.


Sento tanta violenza intorno, che non è quella delle mani, neanche quella verbale, ma è mentale. Negli atteggiamenti, negli sguardi, nella indifferente presa di posizione, nella difesa di una ragione o un modo di essere, nell'egoismo strapieno di Ego.


È molto più dannosa una società egoista che una società inquinata dallo smog.


L'uomo, oggi, non sa ammettere di avere paura, e si rintana nelle sue secolari abitudini di prevaricazione e dominio, di giudizio e possesso. 


Se ogni giorno, ogni uomo, tirasse fuori dalle labbra la parola Amore, questo mondo sarebbe un luogo diverso, un luogo dove poter imparare, dove voler restare, dove poter insegnare ai bambini ad ammirare ed ascoltare. 





Se mettiamo una mano sul petto, sentiamo il cuore battere. È li, la radice del nostro risveglio. Quella vibrazione protegge il mondo intero, perdona ogni ladro dei nostri momenti di pace.


In quel battito suona la musica del mondo, è il nostro amore a scrivere le pagine di chi siamo veramente.





Ogni giorno è una storia d'amore, possiamo baciare il vento che ci sfiora la testa e vederlo prendere una strada che raggiunge il cielo. Basta osservare per accorgerci di quanto la vita sia sorprendente.





Camminando,  trovo la libertà di poter mettere via i pensieri ingombranti e lasciarli andare al loro destino.






Nel pomeriggio, ho parlato con un amico di vecchia data, e mi ha ricordato di quanto sia facile per noi dimenticarsi delle fragilità degli altri. 


Ci dimentichiamo di quanto sia importante curare il dolore dell'altro, perché siamo troppo presi a chiedere.


Le persone si ammalano, si indeboliscono, si invecchiano e se ne vanno, con loro se ne va quello che ci hanno fatto, resta solo la loro voglia di amore e la loro paura del dolore.


Se guardiamo cosa ci viene dato prima di chiedere cosa ci è stato tolto, saremo un passo avanti verso la felicità.






































Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.