Siamo qui per essere felici.

 Non siamo qui per fare soldi.


Non siamo qui per stare soli.


Siamo qui per fare esperienza di amore.


Per capire che noi siamo amore.


La nostra luce, una volta trovata in mezzo a kilometri di buio, ci versa il contenuto della vera essenza.


Se una persona che ha nel cuore l'amore per il prossimo si unisce ad un altro che ha voglia di cercare altri.. allora diventa una comunità una famiglia un popolo.. e una volta che un popolo è divenuto numeroso, libero, cosciente, non piu schiavo di trappole mediatiche, caratteriali, umane, egoistiche.. come potrà essere controllato?

Un popolo consapevole, vivo, privo di paura, gonfio e straripante di amore, una forza che raccoglie in sé tutta la luce del mondo, non separato dagli altri, unito al mondo e alla natura intorno, come può farsi ingannare da una società governata da modelli di caos, consumo, distrazione, debiti, violenza, tv, social, prodotti su prodotti, profitto , potere, divisione, paura, soldi soldi soldi. Come potrebbe mai continuare una società cosi se trova di fronte a sé un popolo che dice no a tutto ciò che gli propone ma soprattutto impone?

Una gente libera, che non chiede niente, ma sta bene solo nel posto chiamato Amore, come può essere ingannata schiacciata schiavizzata da chi ogni giorno divide l'uomo contro l'altro, il soldo contro il povero, possedere contro sopravvivere. Un uomo libero non vuole neanche sapere come ti chiami e da dove vieni, parla alla tua anima, ti tocca il cuore e ti guarda gli occhi e l'unica cosa che divide è il pane con te.

Non siamo qui per dimostrare su un social chi non siamo.

Siamo qui per capire che siamo luce.

Senza tempo, senza nome.

Incontro alla vita e alla morte, senza paura di perdere niente, se non la consapevolezza di proseguire secondo dopo secondo sulla via dell'amore.

Piu un uomo avrà paura piu perderà sicurezza, piu avranno da toglierli.

Un uomo che non crede nell'amore, non lo troverà. Un uomo che non sa guardarsi dentro come potrà guardare l'anima dentro gli occhi di un altro?

Poche anime libere, se ascoltate, potrebbe risvegliare intere famiglie dal letto, un mondo che esce di casa e butta all'aria insieme ai telefoni e ai vestiti tutto quello in cui ha creduto fin qui.

Questo mondo, cosi vasto nascosto inarrivabile infinito e potente, se privato del controllo che devasta la bellezza fuori e dentro, resta puro e vergine, cosi come è realmente. 

Se azzittiamo le nostre vite, possiamo sentire la voce del mondo, il respiro delle anime, il sottile e profondo messaggio di amore che ci accomuna tutti, preti e assassini.

Non può reggere un mondo che non ha più motivo di esistere una volta esaurita la sete di potere, guadagno, profitto, prevaricazione, possesso, dominio, illusione della separazione e dei confini, delle diversità e dei gradi sociali.

Se al mondo che ci governa togliamo la linfa, che è il controllo..   non potrà far altro che escogitare mille altri virus fino a sgretolarsi come neve al sole.

Ci basta essere liberi per non farci controllare, non può esistere violenza se non c'è desiderio di denaro, sesso, possesso, dominio, ricchezza, orgoglio, io, ego, rancore, paura, blocchi, resistenze. L'origine di ogni violenza è il dolore,l'origine di ogni dolore è la paura, ogni paura proviene dal mancato perdono per noi stessi e gli altri, ogni odio è aver dimenticato che siamo amore, se non conosciamo la vita e capiamo che siamo dentro l'anima di ogni cosa e siamo anima del mondo.. resteremo intrappolati nell'inganno dovuto alla nostra ignoranza. 

Finché non indaghiamo su cosa siamo, non potremo essere felici.

Gli uomini infelici sono esseri manipolabili, l'infelicita' è una debolezza perfetta per il potere,  permette agli altri di controllarci e a noi di non vivere la vita che vogliamo.








Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.