A piedi in Nepal.

Ho fatto più di 5 km a piedi per tornare in hotel, un viaggio solitario schivando vacche cani fango e macchine. Per non sentire il delirante traffico ho messo alle cuffie la mia musica e mi sono fatto allietare il cammino da Rino Gaetano, Eddie Vedder, Bob Dylan, Lucio Dalla, Faber e David Bowie.
Ho messo una scialla per coprire il volto dallo scarico di gas e fumo che colora le strade e il cielo di uno dei luoghi più inquinati al mondo.

Quello che più mi affascina è vedere come induisti e buddisti convivono serenamente rispettandosi e pregando per i diversi Templi che si intrecciano nelle vie. Una tolleranza che fa di due culture un solo popolo, di due religioni una sola anima. Si rispettano nonostante le innumerevoli differenze e le innumerevoli affinità, come ci sono in tutte le religioni, ma questo noi fatichiamo a capirlo; preferiamo credere ad un Dio migliore di altri che prima o poi spazzera' via gli infedeli. Che religione è se chiede soldi, se trasmette paura, se incita all' odio e alla violenza, se fa business e non difende le libertà altrui? La tolleranza è un valore spirituale, e non importa quale sia il credo, importa che ci sia amore per tutti i fratelli del mondo e si preghi per la felicità di ognuno. Religione significa unione, nulla a che vedere con la violenza e con la divisione; rappresenta il sentiero che ogni individuo percorre liberamente perché lo sente nel profondo del proprio essere, e lo porta a scoprire il senso della propria vita e la missione da compiere. La religione che non si corrompe aiuta l'uomo a portare nel mondo il benessere e la pace. Il Nepal in questo ci offre un enorme insegnamento di civiltà.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.