gli occhi del paradiso

"cosa faresti senza la tua auto, il tuo telefono?

i computer prima erano solo dei giocattoli.

vivi nel terrore di un black out.

cosi cotruisci la tua vita.

tutto ruota intorno ai loro bisogni, non i tuoi.

quindi domandati.. chi ha devvero il controllo?

vogliono che tu obbedisca. 


useranno ogni tattica possibile per farti essere obbediente, docile.

“La rivoluzione industriale e le sue conseguenze sono state disastrose per la razza umana”.

“MEGLIO MORIRE DA ESSERE UMANO CHE VIVERE COME UN INGRANAGGIO SENZA SCOPO NEL LORO SISTEMA.”

unabomber




la miglior cura per il cuore e' nutrire il proprio tempo di felicita'  e amore.

"Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore"

Dal Film " I Cento Passi "



magie di un pomeriggio di fine maggio.

davanti, intorno  ed entro me stesso.

milioni di incontri stando soli con se stessi.  La vita scorre lenta.

il tempo si dilata quando lo prendi per le corna e decidi tu cosa farne.

la vita ti offre l'occasione di prenderti cura: di te, del tempo, degli altri, della vita stessa.

quando sei libero, non ti fai sfuggire le straordinarie e infinite piccole  cose .

Leggi,studi, sistemi, pulisci, riordini foto, guardi film, documentari, fai ricerche, alleni corpo e mente,  stai in famiglia, stai in silenzio, stai in ascolto, ti osservi, ti curi, ti nutri. Di amore e bellezza. di tempo. Di vita. Di musica.


La musica è il piu rapido viaggio di ritorno con l'eternità, è l'incontro con sé stessi, un bagliore di infinito, un suono che fa rinascere la divinità in chi ascolta, è divertire e far divertire, raccontare, esprimere, liberare, combattere, far riflettere, amare, ritrovare, ritrovarsi, sedurre, sentirsi, dire ciò che si sente, che si prova, ciò in cui si crede. 

È poesia, scrittura, arte, politica, economica, amore. 

È vita. 

Trasformazione di un dolore in una gioia.

Perché in ogni dolore esiste gioia. 

E in ogni gioia esiste dolore. 

L'uno è parte dell'altro. Nel mezzo c'è la semplice accoglienza di quella che è. 

Ed è in quella accoglienza la semplicità, il sapore del tutto, il sapere universale, la pace senza tempo. 

La serenità si nota in uno sguardo che posa su un cuscino, grato per un letto caldo dopo una giornata fredda. 

È nel gustarsi la libertà di vivere dall'alba al tramonto, allontanando i pensieri, i legami con ieri, i fantasmi delle proprie paure.
...

cura il tempo che vivi.

se vuoi rilassarti, vai lento.

se ti restano 10 minuiti di liberta'  in un giorno, vivili al massimo, spremi ogni secondo, ogni attimo, riempi di vita ogni lancetta che si sposta.

sei nella doccia, metti la musica che ami, balla e lasciati riempire il capo di acqua  fresca che dalla fronte cade fino ai piedi. 

I ritmi delle nostra vita quotidiana sono segnati dai turni di lavoro.  cosi se facciamo pomeriggio, di mattina andiamo in palestra, facciamo la spesa, ci prendiamo un caffe con un amica, tutto scandito, di corsa, mai un attimo per noi stessi, in silenzio , in pace. Arriviamo alla sera, cotti, stanchi, che neanche riusciamo a vedere un film.   

e' questa vita? e' questa liberta? 

la macchina un tempo  era simbolo di viaggio e liberta', finalmente il sogno di poter muoverci liberamente in luoghi sconosciuti era possibile.

Ora siamo schiavi delle auto, ci viviamo dentro, ci mangiamo e ci fumiamo, ci viviamo ore stando al telefono ore. e' questa salute?  

la televisione era una finestra sul  mondo, era la conoscenza che non potevano darci i libri, era informazione, impegno, distrazione e riflessione.  Ora sono telecamere dentro casa  che ci controllano   e ci manipolano.

prima o poi, saremo costretti a spengere tutto, tv cellulari pc e social... cosa ci resta? 

saremo costretti ad affrontare noi stessi. 

ci hanno riempito di scuse per fuggire, di cose, di spese, di preoccupazioni. e siamo lontani. dagli altri e da se stessi. 

Obbedienti, restiamo ad occhi chiusi, dormiamo per non vedere la liberta che ci lasciamo prendere. 

la liberta che se ne va via, non ritorna, se non lo vogliamo.

essere se stessi non ha prezzo.

oggi si muore di antidepressivi, suicidi, chirurgia plastica, tecnologia, disperazione, solitudine, tumori, fast food, influenza.. 

ma niente, non ce la facciamo proprio a cambiare. Non bastano le stragi, non bastano i virus, le guerre.. niente puo farci aprire gli occhi talmente e' forte l'incantesimo che ci hanno installato nella nostra testa.

continua la vita di sempre, nonostante sappiamo che stiamo distruggendo noi stessi gli altri e il pianeta che ci ospita, 
continuiamo a correre, a mangiare veleno, a ingozzarci di medicine e tv, telefonini, pc, social... 

a comprare cose che non ci servono.

ci sara un giorno che chiederemo a noi stessi :
dove sto andando? cosa sto facendo? in cosa credo?

mi alzo col cuore gonfio di amore e gioia.

ho sognato tutta la notte lei cosi intensamente che sono sicuro di averlo vissuto.

Quando ami per davvero, non ti basterà il futuro
Vuoi soltanto avere lei che vale più dell'oro nero
Vuoi svegliarti la mattina, respirare il suo cuscino
Fisso sul soffitto dire piano è tutto vero, è tutto vero...




faccio la pratica ascoltando il fresco dell'alba, 
il risveglio degli uccelli, l'aria entra in casa con un soffio che riempie come un abbraccio.

vado a prendere i cornetti per tutti, gioco col cane di massi, faccio colazione coi miei, guardo un film e poi esco.




canon alle spalle e cuffiette.

scendo a spagna, mi fermo alal fontana, sorrido davanti al mondo, tramontate stelle sembrano sollevarsi sopra la scalinata di SS Trinita Dei  Monti.









roma al centro, di domenica mattina, ha il sapore dei sogni. 

passo davanti al caffe greco, mi fermo alla chiesa in fondo alla via dei condotti.










Mi giro piu volte a guardare la scalinata, non ho mai visto cosi pochi turisti in giro.

canto e mi incanto, poso lo sguardo tra i vicoli, lo intrometto tra i vasi dei balconi, mi perdo nel cuore di via del corso. 

Raggiungo con lo sguardo la punta piu alta di piazza del popolo, la cima dell'obelisco segue il felice cammino di persone felici di camminare libere per la strada. Monopattini, bici, famiglie  a piedi, mi sento in vacanza e mi godo un sole che colora i volti di ogni passante.






Entro a piazza di pietra, mi fermo al muretto, lascio che la piazza mi avvolga il cuore.

adoro quest'angolo di Roma, tra le colonne i fiori e i baretti. 

Passo tra i ristoranti, desolazione inquietante, neanche una persona ai tavoli. 

Mi inteneriscono i volti amareggiati dei camerieri, senza turisti il centro sembra un deserto.

Mi prendo il caffe' per eccellenza alla Tazza d' oro. 

Me lo gusto guardando una delle meraviglie del mondo, firmata Agrippa.

Siedo nella fontana, resto nella piazza, in questa beatitudine senza precedenti, realizzo che Roma ha gli occhi del Paradiso.















Entro nella mia chiesa preferita, San Luigi de' Francesi, mi fermo sotto lo sguardo di Caravaggio che mi esorta a ritrovarmi nelle linee profonde di San Matteo. 










Resto incantato e felice, grato alla bellezza del mondo.

Proseguo fino a Sant' Ivo alla Sapienza, che trovo chiusa.

Entro a piazza Navona, le luci del cielo e delle chiese intorno, i balconcini e i coloiri dei palazzi, le fontane e la mastosita delle opere, tutto sembra essere vivo e in movimento, una piazza piu bella di cento dipinti, piu di mille incanti.









Resto, cammino e scatto foto.  Sorrido come un bambino, e' triste vedere Roma senza turisti, ma guardare questa piazza senza gente in giornate cosi, e' qualcosa difficile da dimenticare. 






Ritorno. Gli cocchi si fermano da Ercole, poi al circo massimo, al roseto, alle terme di caracalla.

Cammino al sole, la bellezza ha il potere di risvegliare i cuori, dona sollievo, protegge dai malumori.

l'amore per la vita e' la via per la felicita'. 





Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.