My religion is love

Assaporare una tazza di cioccolata, un bel frutto fresco,  gustare i sapori, sentire il gusto che cambia, i colori dei piatti, i cereali croccanti, il palato che si apre e accoglie, sentire il corpo che sorride nel ricevere, bere acqua della sorgente, gioire dell'aroma del caffè. Sentire gli odori della natura, toccare ciò che mangi e annusi,  è un movimento che se fatto con consapevolezza, ti riconcilia con la vita, con i doni semplici di ogni giorno.

Ringraziare il cibo che ti nutre, le persone che te lo servono, chi lo cucina,chi lo raccoglie e semina, guardarlo come un tesoro quel frutto giallo che entra nel tuo corpo.

Le piccole cose che ogni giorno ci regalano emozioni spesso le dimentichiamo o crediamo sia normale routine, ma è una gioia continua che ogni giorno è diversa e dà senso alla nostra esistenza miracolosa e magica.

Svegliarsi con un bacio dolce, sentire la mano che ci massaggia la testa e vedere  un sorriso che ci da il buongiorno, come può essere scontato e come possiamo non sentirci fortunati?

Camminare, correre, giocare, vedere, mangiare, bere, scrivere, leggere.. di quante cose ogni giorno abbiamo occasione di dire grazie??

Una doccia che ti rinfresca e rigenera.

Il jazz sottofondo, gli uccellini alla finestra.

I saluti appena esci al cortile, la luce del mattino, la colazione in famiglia, un film divertente, un romanzo, una partita a carte, un documentario, una chiamata improvvisa, un messaggio a sorpresa, la spesa con papà, la visita di un amico, il sorriso spontaneo, il cuore che si fa ampio, la leggerezza di una conversazione con mamma, due passi con mio fratello, yoga con gli amici, il cammino condiviso con il gruppo di studio, le risate con zia, toccare gli alberi, sentire il profumo dei fiori, giocare coi bambini, accarezzare un cucciolo, fare il bagno alle cascate, ammirare il lago, nuotare in mare, attraversare un bosco, vedere ponti città fiumi quadri statue piazze vicoli marmi fontane sguardi colori gonne cappelli fotografie musei mostre palazzi ... scale scalette scalinate chiese .. parchi, navi, porti, pontili, grandi vie, negozi, mercati, murales,  conoscere lingue dialetti usanze tradizioni.. vedere bellezza nei visi,nelle emozioni, nei paesaggi, negli abiti, nelle montagne, nelle colline, nei concerti, nelle vette e nei sassolini, nelle mani e nelle cortesie, nei tetti e nelle finestre, negli archi e nelle relazioni, nelle proprie forze e debolezze.



Essere gentili con la vita ci permette di provare sensazioni di profonda gratitudine verso tutto ciò che viviamo ogni giorno e ci gira intorno.

Per essere gentili fuori dobbiamo trasformare il nostro dentro.

È Cosi che trasformiamo la nostra vita.

Ogni giorno, apprezzando le meraviglie delle piccole cose,gioendo della semplice quotidianità,viviamo in pieno il momento che passa, assaporiamo il tempo vissuto attraverso la gratitudine e proviamo ad essere migliori del giorno prima. Il tempo, se vissuto con gioia, resta nella nostra emotività e non passa.

Tutto ciò che abbiamo apprezzato fa di noi una persona positiva e felice.

Priva di buio, oscurità, lamentele, paure, rimpianti.

Veder trasformare il giorno in notte, il sole in luna, l'alba in tramonto, un bambino in adulto, ieri diventa domani, oggi è già ieri, un figlio diventa papà, un nipote nonno.

Questo continuo movimento sembra una danza, c'è una sfumatura di colori che fornisce sempre nuovi sguardi, ci apre orizzonti, ci arricchisce la conoscenza dell'universo.

L'esistenza è pura magia, ma ha una bellezza reale, così pura da poter toccare con il cuore.

Abbiamo ogni giorno la possibilità di fare scoperte, di avere occhi meravigliati, di essere incantati.

Tutto ciò che viviamo e vediamo è un riflesso della nostra bellezza interiore.

Se chiudiamo le porte al mistero della conoscenza infinita, la nostra luce perderà attrazione.

Quello che noi attraiamo è il risultato dei nostri dei nostri pensieri, frutto delle nostre proiezioni e azioni.

Ogni parola, se riempita di energia positiva e buone intenzioni scaturirà effetti benefici.

Se abbiamo paura è perché sentiamo di essere separati.

Se ci ricolleghiamo al cuore della nostra origine, tutte le preoccupazioni svaniscono.

Siamo uno dentro l'altro.

Siamo amore privo di nome.

Attraverso il corpo si esprime l'anima, non l'ego.

Attraverso l'anima si esprime lo spirito universale che è pura luce, e lega ogni cuore all'infinito.

Nuotiamo nello stesso mare.

Giochiamo e divertiamoci ogni giorno, da soli e con l'altro, brindiamo alla felicità, alla libertà che è l'essenza di ogni anima.

L'anima resta imprigionata in credenze che sono di altri.

L'unico obiettivo dell'anima è quello di connettersi all'origine, alla nostra natura consapevole e amorevole, portatrice di bene, priva di  condizionamenti, senza nessun senso di separazione.

L'anima ci guida per liberarci dalle illusioni di essere ego, che è causa di paure e violenze.

La mèta che raggiungiamo è un mondo di luce, di raggi di sole, è un isola dove dimorare e far stendere tutti i nostri sogni.

Diventiamo noi stessi quando riconosciamo la nostra natura illuminata, quando vibriamo frequenze superiori alla materia, quando apriamo il cuore e liberiamo la mente, togliamo ogni velo dagli occhi e respiriamo pace.

Tu mi insegni che è piu bello restare anziché scappare.

Ho voglia di abbracciarti.

Come quel giorno in terrazza, proprio mentre tu mi venivi contro con la testa sulla pancia.

Fu un abbraccio. Lungo, indimenticabile.

So se ti osservi e accetti le tue difficoltà e ostacoli puoi avere comprensione e compassione dell altro.


Perché a lui capita quello che vivi tu. Cambia solo la storia individuale. Ma la volontà di uscire dal dolore è la stessa.

Ci apparteniamo in quanto esseri umani che vogliono ritrovare amore.

È proprio quanto ti piace il tuo mondo che ti trovi bene ovunque, anche senza fare niente. Ti distrai da tutto ciò che è negativo perché ti affascina e diverte ciò che fai pensi e continuamente ricerchi.

È come quando da bambino non vedevi l ora di uscire di casa per andare dai tuoi amici. Da adolescente trovavi lo stadio, da grande la fidanzata. C era una scintilla che ti faceva sempre aver voglia di uscire perché li trovavi ciò che volevi.

In realtà, poi scopri che non è mai esterno ciò che sogni.

Tutto quel mondo che ti faceva sognare e ridere, lo trovi dentro. E puoi divertirti un mondo senza fare niente, stando semplicemente con te stesso.

Essere ribelle non vuol dire dar fuoco alle macchine o rivoltare un secchione, vuole dire semplicemente avere una coscienza libera, che sa pensare senza condizionamenti della società, che ha la sensibilità e l'intelligenza di fare scelte consapevoli, senza paura. Scavalcare un muro che non ha ragione di esistere non è violenza, è sacrosanta difesa di un diritto di libertà.



Quella che in questi due mesi ci hanno tolto senza che nessuno abbia potuto esprimere mai un dubbio. Neanche in tempi di guerra hanno vietato alle persone ad uscire di casa.


Ora, sembra che i governi possano scegliere della nostra vita quotidiana, toglierci il pane e anche la libertà, e neanche si può protestare. Questo sarebbe un paese civile e democratico. Che rinnega i diritti civili della costituzione e della libertà di ogni essere umano.




Ho aperto questo blog prima di andare in India. Ho fatto crescere questa creazione con la cura e l'amore che si mette nel custodire un tesoro, un diario della propria vita. È un compagno di viaggio con cui mi posso confidare, con cui posso far uscire un Valerio che spesso neanche conosco.

Se penso alle mie esperienze più emozionanti mi vengono in mente la Kumbha Mela in India e il Cammino di Santiago.

Pensare che un emozione come quella di arrivare ad una mèta sia gratuita ed immensa mi fa ancora stupire di quanto sia magica la nostra esistenza.

Bastano due lire per un piatto caldo,due gambe resistenti ed un cuore pronto ad accogliere il mondo. Niente di più.

Quando apri il cuore la vita ci versa dentro  tutti i suoi tesori.. ed è da quel momento che inizi a sentirti ricco.




Il cuore diventa una fontana, puoi bere dalle sue cascate la bellezza che ne esce.

Riflettevo con una mia amica di questo momento che stiamo vivendo.

Penso che questo periodo sia stato un dono. Sarà paradossale ma stare due mesi in casa senza neanche camminare, per uno come me, poteva essere una prigione. Invece si sono aperti spazi nuovi continuamente.. e questo è il miracolo della consapevolezza.


Stare fermi a volte è fondamentale.




Vogliamo sempre evadere ma in realtà fuggiamo da noi stessi.




Una lezione di yoga di pura estasi. Ciliegina di una giornata perfetta, senza fare grandi cose, stando in casa.



Sveglia alle 5 doccia fredda, scrivo, medito, faccio saluto al sole. Colazione. film. Yoga. Pranzo. Film. Studio. Esercizio. Doccia. Lettura. Yoga. Film.

musica,de Gregori libro e relax.

Quanta felicità nelle semplici gioie quotidiane.




Ridere meditando. Aprire il cuore.

Sentire la propria voce. Fusa con quella dell infinito.

Mi sento grato.

La vita mi insegna ogni giorno.



Se ci pensi. Ti basta restare in quel momento di felicità perenne per stare bene. Tutti noi, in fondo al cuore.. piu di ogni altra cosa, vogliamo solo quello.. sentirci sempre così. Non importa cosa stiamo vivendo, importa se dentro, stiamo in armonia al punto da brillare allo specchio, da sentire la voce sul petto, da sentir vibrare la mano sul cuore, il respiro del nostro amore.

Non desideriamo successo, approvazione, soldi,importanza.. vogliamo solo restare sempre così, dentro quella sensazione di magia priva di paura.

Perché, come dice Vasco, la piu grande paura è di me stesso. Non degli altri.

Ma di come reagisco alla vita che vivo.


" Tutta l'infelicità dell'uomo deriva dalla sua incapacità di starsene nella sua stanza da solo."  Blaise Pascal

Oggi, Giulia, la figlia di un mio amico, chiede al padre: perché mangiamo animali? Silenzio.

Faccio due passi, è una domenica fantastica! Al parco il cielo dipinge gli occhi, il verde brilla d'oro!





"In amore vince l'uomo che ti corre dietro o quello che fugge?"-


- " quello che aspetto."

Ho diversi amici che una volta lasciati non sanno come ripartire. Cosi, in maniera ossessiva cercano di cancellare quel dolore coprendo quel vuoto che non sanno coprire da soli e, anziché accettarlo e affrontarlo, si tuffano Iin chat online a cercare una nuova persona con cui fidanzarsi. 

A  volte, se non hai sicurezza in te, se non hai passioni e interessi a farti compagnia, se vieni lasciato ti senti morire, ti senti inutile, perso.


A me è capitato di restare single anche per 5 anni, e li ricordo come anni ricchi di esperienze divertimento e valanghe di emozioni. 


" cosa è per lei una donna?-
- un uomo venuto bene."

L'amore è incondizionato. Senza ego, senza desiderio. 

Se ti basti, se sei completo, non hai bisogno di cercare la tua metà nel mondo. 

La tua metà è già dentro di te.

Per questo siamo sempre in cerca di qualcosa, perché abbiamo perso la metà che ci completa.

Ci bastiamo, siamo completi, quando non abbiamo più niente da cercare. 

Una volta liberi da paure e tornati al nostro sé, siamo completi. 

Ed è quel nostro essere completi e liberi che doniamo a chi scegliamo al nostro fianco.

Non la scegliamo per ricevere, ma  per donare.

Doniamo la nostra anima affinché l'altra possa riconoscersi in quella luce e scoprire di essere libera e completa.

Quell'insieme, quella fusione meravigliosa tra due anime complete è puro amore.

L'Infinito che scorre nel cuore.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.