Il libro della vita.

Ho ripensato ai momenti più spensierati della mia vita, ho visto i piedi di lei sul cruscotto, la sigaretta sospesa fuori, gli occhiali da sole baciati dal cielo, il sorriso sopra la musica e la testa che scivola dietro... ho guardato la primavera da un finestrino abbassato, ho visto la vita nel corpo attorcigliato di un serpente tatuato sulla pancia di una pelle liscia e dorata.



Come la primavera, il serpente è simbolo di rinnovamento e rinascita, simboleggia la sapienza, custodisce e protegge quello che è sacro.

L'amore non si può descrivere, si può solo vivere.

La realtà è sempre di fronte ai nostri occhi. Non importa di quanto la ignoriamo o la trascuriamo.

Chi sente di avere una missione in questa vita, è abitato da luce interiore.

Portiamo avanti un'eredità che diventa un dovere farla brillare.. in questa vita lo scopo più alto di un cuore nobile è quello di aprire la porta della conoscenza al mondo intero.

Facciamo parte tutti di un disegno appeso in cielo come un quadro tra le nuvole prive di nebbia. È un disegno visibile a tutti, una mappa aperta per mostrarci la strada più facile per raggiungere la meta.

Ognuno è la continuazione dell'altro. Non puoi evitare ciò che accade. Ma puoi creare ciò che verrà.

Le campane a vento ti ricordano il sole che sorge, ti ricordano che la stella più luminosa del mondo sei tu.

È affascinante svegliarsi senza sveglia.

Cosa vogliamo veramente? Cosa vogliamo essere? Vogliamo ESSERE? 

Diventare parte di ciò che è. È tutto più semplice di quello che sembra.

Il vero amore è completarsi a vicenda.

Se capisci chi sei esci dal buio per sempre. Togli la mascherina e respiri.

La luce che abbiamo dentro può irradiare il mondo. Un sorriso che dice grazie spalanca le porte all'estate. 

Che ci fai qui? Chiese un giorno l'anima-

Rispose l'amore:"  cammino attraverso un cumulo di ossa impermanenti per recitare i versi dell' eterna libertà."

Non esistono limiti al tempo, né al nostro potenziale innato, non esistono limiti di spazio, esiste solo la paura di brillare per quello che siamo. 

Ho scritto Ti Amo sulla sabbia.. "

In questi giorni difficili e affascinanti, ho sfogliato il libro della mia vita. Mi sono visto piccolo dondolare dentro un cuscino, lasciarmi andare su un'altalena, a braccia aperte tra gli amici, in viaggio per il mondo.



La tecnologia ha un potere eccezionale se usato con il cuore e la consapevolezza. Gli amici volontari conosciuti in belgio, grazie ad una chat che ci tieni uniti dopo 20 anni, rispolverano immagini di me che ballo cantando "felicità" in un paesino della Germania,  sporco di vernice dopo aver ristrutturato un centro, con gli occhi bagnati dal mare e dal vento.










Scendono lacrime dentro un periodo indimenticabile della vita. 

Riguardo una foto col mio amico Gianluca, oggi grande fotografo; ha ancora gli stessi occhi, guarda la vita con incanto, scrive libri  solo guardandoti in faccia, ha il potere di vedere il retro di una copertina, il senso di una cosa non detta, il fumo di un respiro, con i suoi occhi sa raccontarti i sogni di tutti i bambini, non ha bisogno di sapere la tua storia per dirti chi sei. Ha l'amore dentro. E quando da piccoli lo chiamavamo guru, avevamo capito tutto. Oggi lui è guru, che letteralmente vuol dire.. " dal buio alla luce."




Lui ha la donna ideale dentro di sé, ma ancora non lo sa. E quella sua energia femminile è il suo uomo ideale. Lui racconta storie d'amore con gli occhi, la luce delle sue pupille è acqua di un fiume che scorre senza conoscere i limiti del tempo.

Mi sono rivisto in un compleanno in casa con gli amici di sempre. 





Ascoltando i racconti di nonno e la sua visone del mondo.







Tra i sorrisi di mio fratello e i libri di mia zia. 



Da solo in un'isola della Tailandia. 



In trasferta per la Roma. 



Con Manuel, in belgio. Col mio amico costaricano. 




Tra i miei e nonna. 



 Coccolato da una vasca di abbracci e fiducia.



Nei sogni di mio cugino ho letto che il male non l'ha sconfitto..



Ho rivisto la signora che mi ha ospitato in belgio e ripercorso i viaggi fatti insieme.



Io sotto i piedi del budda e tra gli occhi di Ulisse, un altro budda.



Tra gli amici di sempre e vicino alla mia amica indiana. 


Mi sono rivisto, leggendo il libro di un ragazzo cresciuto tra i sorrisi.. diventato grande senza aver capito quale strada prendere. I capelli bianchi portati in viaggio mi hanno fatto ascoltare quella voce che scalciava dentro, come un bambino sotto terra che grida al mondo di farla uscire. 



Quei calci non ascoltati per piu di 20 anni, un bambino soffocato diventato grande dentro una buca. 

Un ragazzo che si diceva..

"Oltre a me non so che c'è.."



E penso a quanti ragazzi non vengono ascoltati per una vita intera, bambini anziani che aspettano ancora di uscire dalla gabbia.



La mano che ti tira fuori dalla buca è sempre la tua, la stessa che ti ci ha messo dentro. 



Ho rivisto me e Cristian, il mio fratello di viaggio andare in giro per la nostra Asia. 



Ho letto dentro gli occhi del mondo, mi ha fatto un sorriso così gigante che mi è sembrato il mio. 



Hai capito cosa vuoi dalla vita? -Chiese l'anima-

Voglio svegliare tutti i bambini del mondo dal sonno. - rispose l'amore.



Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.