La morte è solo una porta.

Il silenzio, appena giro l'angolo.

Non è tanto l'inquinamento atmosferico, è proprio l'incessante copertura di ogni odore e silenzio, di ogni suono della natura, di ogni profumo, di ogni sensazione.

Stanno tornando le macchine in strada. Me ne accorgo  Quando il semaforo libera i motori: in quel momento torno a sentire gli uccellini.

È questo il senso che abbiamo perso. Il contatto con il silenzio, con il nostro respiro, con i dialoghi calmi, con la natura.

Questo assordante rumore ti fa dimenticare i suoni della natura, il rumore originario della vita. I passi, le voci, gli animali, le foglie, gli alberi, i fiori, il vento.. non sentiamo più niente. Solo il rumore di macchine e telefoni. Continuamente. Poi ci ammaliamo per stress pressione e fretta. Sogniamo una settimana alle Terme, al lago, nei boschi, all'ottavo giorno torniamo alla vita di prima. Che senso ha?

Era davvero sana la vita prima del corona? È davvero il corona il virus o siamo noi malati?

Se vivi sano, in pace, in armonia con tutto e tutti.. come può spaventarti un influenza?

Capisco la preoccupazione per i soldi, per il lavoro.. ma una sana ribellione che chiede diritti,chiede anche felicità.


La gente dice che sente la mancanza del caos, del raccordo e delle urla.

Secondo me la mancanza è di se stessi. Di fidarsi, di sentirsi, di appropriarsi del proprio respiro, del proprio rumore, del proprio suono interiore.

Solo quando vibri pace, capisci quanto sia prezioso il silenzio.

Quando non conosci quel senso di armonia, per te il mondo normale è caos.

Allora, torniamo a stare in fila per aspettare il verde, torniamo a timbrare per aspettare il turno, a stare in fila spingendo chi avevamo detto che volevamo abbracciare.

Tornare a camminare è tornare a sentire il proprio corpo in mezzo al mondo.

Parte integrante della meraviglia.

Papà e figli in monopattino con mascherina. Ecco la vita disegnata in uno scatto.

La società si racconta guardando come gli uomini reagiscono agli eventi.


La bellezza di una strada libera è pura poesia.  

A Roma è amore per la vita.

Sono rimasti pochi giorni. 

Tutto tornerà come la forsennata corsa di uomini e donne che non sanno dove vanno.

Il dolore è una splendida occasione per cambiare da adesso la nostra vita. Ogni trasformazione verso la bellezza e la gioia passa per un dolore fisico, si può vedere quello che subisce una donna in gravidanza. Eppure, è il piu grande atto d'amore della vita. Una lacrima diventa un urlo di gioia, l'emozione che non ti dimentichi più.

I genitori che scegliamo, i fidanzati, i figli, gli amici.. niente avviene per caso, sono tutti maestri sulla nostra strada che ci stanno aiutando a comprendere la vita.

Abbiamo nel nostro profondo il seme dell'eternita, la bellezza senza tempo. Attraverso il corpo possiamo sperimentare la conoscenza della nostra anima, possiamo sperimentare che siamo INFINITO.

Quando apriamo gli occhi ad una verità cosi semplice e spaventosa, la gratitudine viene a parlare per noi, vede e sente anima in tutto. 

Siamo qui per spogliarci di tutti gli attaccamenti che ci hanno fatto faticare tutta una vita a lasciarci andare. 

Pesiamo come macigni, eppure il nostro corpo è la manifestazione della nostra luce. 

Se impariamo ad amarci, ci trattiamo con gentilezza. Una carezza sulla nostra testa diventa amore per tutti i cuori.

Se proviamo rabbia, lasciamo andare. Non giudichiamoci. Se proviamo rancore, lasciamo correre. Perdoniamoci. E perdoniamo. Tutte le emozioni ci sono state donate per capirle e accarezzarle. Non per combatterle.

Tutto ciò che attraversiamo è un cammino per arrivare in alto. Può far male..  ma ci conduce alle stelle.

Siamo qui per vivere in pieno un bacio e un abbraccio, un incontro e un momento.

Una volta spogliati di ogni velo che non ci permette di vedere,  dormiamo da svegli e viviamo in sogno.

Se impariamo a vedere la morte come un biglietto verso un nuovo viaggio, la paura scompare. 

In quel mondo di luce, non c'è spazio per le liti, 
Per Io contro te. 

La vita è amore.

Quanto vogliamo aspettare prima di capirlo?

Tutto, in un secondo, si scioglie come neve al sole. 

E allora, da esseri liberi, iniziamo a correre, felici come bambini.


Commenti

Post popolari in questo blog

Impara ad amarti.

La felicità non va mai a dormire.

grazie.